L'Ema non cambia le indicazioni per AstraZeneca

L'Ema non cambia le indicazioni per AstraZeneca
Toscana Media News INTERNO

"Ma si tratta di eventi rari e non è possibile identificare una causa univoca - hanno spiegato i vertici dell'Ema - Quindi non è possibile indicare un rischio generalizzato per determinate categorie di persone, uomini o donne, fasce di età, nè indicare alcuna specifica".

Allo stato attuale l'Italia sta seguendo proprio le indicazioni dell'ente europeo, somministrando il vaccino AstraZeneca senza alcuna limitazione di età

L'Ema, come la stessa azienda produttrice, continuerà nella sua opera di sorveglianza. (Toscana Media News)

Ne parlano anche altre testate

Ema: «Non è dimostrato il nesso tra eventi ed età». «Non è stato mostrato un nesso con l'età» tra gli eventi rari di trobosi ed il vaccino di AstraZeneca Questa la nuova valutazione del rischio vaccino eventi rari di trombosi. (ilmessaggero.it)

(LaPresse) – A proposito di AstraZeneca, “l’afflusso di dosi è coerente con il target. Lo ha detto il commissario per l’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliulo, ai microfoni di Tgcom24, a margine della visita a Macerata. (LaPresse)

Il coordinatore del Cts ha parlato durante il vertice Governo-Enti Locali. In base all’analisi dei dati sulla mortalità, che colpisce soprattutto vittime nella fascia di età anziana, l’ipotesi è quella di “raccomandare l’uso preferenziale” dei vaccini Astrazeneca per i cittadini “oltre i 60 anni”. (LaPresse)

Locatelli: A chi non avuto complicanze non esclusa seconda dose con Astrazeneca

Covid, l’Ema su AstraZeneca: “Trombosi cerebrale possibile effetto collaterale del vaccino, ma i benefici superano i rischi”. L’Agenzia europea per i medicinali ha concluso che gli eventi di trombosi potrebbero essere legati agli effetti collaterali del vaccino AstraZeneca: “Si tratta di eventi molto rari e insoliti”. (il Dolomiti)

Lo avrebbe detto, secondo quanto apprende LaPresse, il commissario straordinario per l’emergenza Covid e la campagna vaccinale, Francesco Paolo Figliuolo, nel corso dell’incontro tra governo ed enti locali sul dossier AstraZeneca (LaPresse)

Però solo un numero ridotto di persone ha avuto la seconda dose”. “Ad oggi – avrebbe aggiunto -, per chi non ha avuto complicanze non si esclude la somministrazione della seconda dose ancora con Astrazeneca” (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr