AstraZeneca prevede di consegnare meno della metà dei vaccini promessi all'Europa nel secondo trimestre

AstraZeneca prevede di consegnare meno della metà dei vaccini promessi all'Europa nel secondo trimestre
Quotidiano Piemontese ECONOMIA

Il calo arriva dopo una forte riduzione delle forniture nel primo trimestre e potrebbe colpire la capacità dell’UE di raggiungere il suo obiettivo di vaccinare il 70% degli adulti entro l’estate.

Il contratto di AstraZeneca con l’UE, che è trapelato la scorsa settimana, prevede che l’azienda fornisca 180 milioni di dosi al blocco di 27 nazioni nel secondo trimestre

AstraZeneca prevede di consegnare meno della metà dei vaccini COVID-19 che aveva promesso secondo contratto di fornitura all’Unione europea nel secondo trimestre secondo quanto riportato dalla Reuters (Quotidiano Piemontese)

Se ne è parlato anche su altri media

Il funzionario dell’Ue alla Reuters ha confermato che AstraZeneca prevede di erogare circa 40 milioni di dosi nel primo trimestre, ancora una volta meno della metà dei 90 milioni di dosi che avrebbe dovuto fornire 23 Febbraio 2020- AstraZeneca prevede di fornire meno della metà delle dosi di vaccino anti-Covid all’Unione europea rispetto al contratto nel secondo trimestre. (WLTV)

Leggi su tg.la7 (Di martedì 23 febbraio 2021) La doccia fredda mentre l'Unione europea prepara il vertice sui vaccini per decidere come affrontare proprio i ritardi delle consegne da parte di tutte le aziende che stanno mettendo in dura . (Zazoom Blog)

Coronavirus, dopo a quello scolastico, via al vaccino AstraZeneca anche per il personale universitario dell' Emilia-Romagna

Secondo quanto rivelato all'agenzia Reuters da un funzionario della Ue impegnato nelle trattative con AstraZeneca, la casa farmaceutica anglo-svedese pianifica un dimezzamento delle forniture di dosi del vaccino contro il coronavirus all'Unione Europea rispetto a quanto previsto dal contratto nel secondo trimestre: verranno consegnate 90 milioni di dosi di vaccino rispetto alle 180 milioni inizialmente previste per i 27 Paesi della Ue. (Sputnik Italia)

Una volta che la campagna vaccinale al mondo della scuola, dell’educazione e della formazione sarà conclusa, si partirà con il personale delle Università. “I dati epidemiologici evidenziano in maniera palese la presenza numerosa di contagi e focolai in ambito scolastico, fino al ciclo delle scuole superiori, maggiore rispetto a quello universitario. (Regione Emilia Romagna)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr