Covid in Lombardia, Fontana: “Meglio 4 persone al ristorante che assembrate fuori dai bar”

Covid in Lombardia, Fontana: “Meglio 4 persone al ristorante che assembrate fuori dai bar”
Fanpage.it INTERNO

La situazione di Brescia. Ancora nessun commento invece sulla possibile zona rossa o arancione su tutta la provincia di Brescia

Molto meglio quattro persone che cenano sedute a un tavolo distanziate, che gli assembramenti che abbiamo visto domenica davanti allo stadio di San Siro o la sera fuori dai bar": a dirlo in un'intervista al quotidiano "La Repubblica" è il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana (Fanpage.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Negli Spedali Civili di Brescia: "La seconda ondata non è mai terminata". La didattica torna a distanza nelle scuole di ogni ordine e grado, giù la claire anche per bar e ristoranti. (LaPresse)

– “Dolore e tristezza” sono gli stati d’animo espressi dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a nome di tutta la Giunta, dopo aver appreso la notizia della morte dell’ambasciatore Luca Attanasio, nativo di Saronno, in provincia di Varese, e del carabiniere Vittorio Iacovacci. (ilSaronno)

Inoltre, “visto che stanno emergendo delle varianti mi auguro che anche le imprese farmaceutiche lombarde producano il vaccino Mentre si devono prendere provvedimenti mirati solo per circoscrivere alcuni focolai particolari”. (L'HuffPost)

"Meglio 4 persone sedute nel locale che 24 in casa": Fontana sposa l'ipotesi ristoranti aperti la sera

Queste sono le due ipotesi avanzate dal governatore lombardo Attilio Fontana stando alle sue dichiarazioni riportate da Italpress. Nelle volontà del Governatore quindi, sarebbe esclusa almeno per il momento l’istituzione della zona rossa provinciale ventilata da più parti nelle ultime ore alla luce dei dati sulla diffusione del contagio. (elivebrescia.tv)

Così la vicesindaca di Brescia Laura Castelletti. “Nelle condizioni in cui siamo la zona rossa era la più indicata ma non si può fare un lockdown senza contemporaneamente offrire l’opportunità dei vaccini, 24 h su 24, 7 giorni su 7” aggiunge. (LaPresse)

Ieri, 22 febbraio, è arrivata dai sindaci la proposta di tenere aperti i ristoranti anche la sera. L'ipotesi dei ristoranti aperti sembra prendere piede, ma la vera decisione in merito sarà presa con il nuovo Dpcm, entro il 5 marzo. (QuiComo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr