Condisce la pasta con un'erba velenosa raccolta nei prati: muore avvelenato

Condisce la pasta con un'erba velenosa raccolta nei prati: muore avvelenato
Il Mattino di Padova INTERNO

Valerio Pinzana aveva trovato comunque la forza di andare avanti, crescendo amorevolmente il figlio Marco, oggi 32enne, imprenditore, e riscoprendo l’amore con Marina.

Oltre al figlio e alla compagna, Valerio Pinzana, lascia l’anziano padre, il fratello Diego e la sorella Mariagrazia oltre a quattro nipoti

Appassionato escursionista, e amante della natura era solito raccogliere erbe spontanee nei prati della Pedemontana pordenonese ed anche per questa ragione quanto avvenuto ha lasciato increduli parenti ed amici. (Il Mattino di Padova)

La notizia riportata su altri media

Fatale per un uomo di 62 anni di Travesio, Valerio Pinzana, l’ingestione di una pianta velenosa che aveva raccolto pensando si trattasse di un'erba commestibile. Stando alle prime ricostruzioni si sarebbe trattato di colchico, o croco, conosciuto anche come 'falso zafferano' o 'arsenico vegetale', confondendolo con l'aglio orsino. (Il Friuli)

Un uomo, di 61 anni, di Travesio (Pordenone), è morto avvelenato dopo aver ingerito del colchico, o croco, conosciuto anche come «zafferano bastardo», «falso zafferano» o «arsenico vegetale», confondendolo con l'aglio orsino. (Gazzetta del Sud)

APPROFONDIMENTI AUSTRALIA Inietta feci nel sangue del figlio di 9 anni per farlo restare in. Un errore che si è trasformato in tragedia e ha colpito la piccola comunità di Travesio, in provincia di Pordenone, dove è morto il 62enne ex bidello Valerio Pinzana. (ilmattino.it)

Tragedia a Pordenone, condisce per errore la pasta con un’erba velenosa e muore

Le quote d'iscrizione a Forza Italia sono rimaste invariate e divise sempre tra 'aderenti' e 'eletti', come indicato sul sito. La tessera per i ragazzi e le ragazze sotto i 18 anni costa 5 euro; 10 euro la tessera normale. (Yahoo Notizie)

“Il colchico d’autunno ha i petali color violetto e i pistilli arancio scuro che sembrano quelli dello zafferano, ma bisognerebbe sempre ricordare che lo zafferano vive nei paesi caldi e non in montagna (Il Fatto Quotidiano)

In quell’occasione, avrebbe confuso il colchico d’autunno con una pianta edibile senza rendersi conto della gravità del suo errore. È morto dopo una dolorosa agonia Valerio Pinzana, il 62enne ex bidello di Travesio, in provincia di Pordenone, che ha cucinato e mangiato per errore un’erba altamente velenosa scambiandola per un aglio selvatico. (Sputnik Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr