Lombardia, welfare in grado di distinguere i 'ricoveri Covid positivi'

Lombardia, welfare in grado di distinguere i 'ricoveri Covid positivi'
QuiBrescia INTERNO

“Questo – prosegue la Nota – è finalizzato a dare una rappresentazione più realistica e oggettiva della pressione sugli ospedali causata dal Covid.

Per ora, non avendo ancora ricevuto nuove indicazioni in tal senso dal Ministero come da nostra richiesta, il flusso traferito sarà ancora ‘unico’, privo quindi della distinzione sopra specificata”

“Da venerdì 14 gennaio Regione Lombardia sarà in grado di distinguere all’interno dei ‘ricoveri Covid positivi’ dei propri ospedali, quali ricoveri afferiscono direttamente a una patologia ‘Covid-dipendente’ (polmoniti e gravi insufficienze respiratorie) e quali invece si riferiscono a pazienti ospedalizzati per altre patologie e poi riscontrati positivi al tampone pre-ricovero”. (QuiBrescia)

Su altre testate

Lo sa bene anche la Regione, che chiede «allo stesso tempo» di garantire «anche posti letto di area medica per pazienti che necessitano di ricovero in ambiente internistico». Con gradualità, ogni Asst è chiamata ad ampliare i posti letto Covid così da soddisfare «le esigenze del proprio Pronto soccorso». (Corriere della Sera)

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su Covid 19 ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI. Novità in arrivo in Lombardia per il sistema di conteggio dei nuovi positivi al Covid registrati nelle 24 ore antecedenti al bollettino. (Fanpage.it)

Così si fa operazione di trasparenza, penso che ci siano le condizioni per arrivare a due bollettini Covid a settimana». Regione Lombardia, da venerdì, intende essere capofila di questa “svolta” chiedendo al Ministero della Salute un adeguamento nazionale uniforme (Il Sussidiario.net)

Covid, la Lombardia ha deciso: «Via dal conto dei nuovi casi i ricoverati con altre patologie»

In una circolare diramata a tutti gli ospedali lombardi, viene spiegata in modo diffuso la modalità. (La Stampa)

Sono saliti da 10 a 14 i posti letto dedicati ai pazienti Covid al Ramazzini di Carpi, a cui si aggiungeranno nei prossimi giorni ulteriori 20 posti, in procinto di attivazione, presso il reparto di Medicina Interna. (COOPERATIVA RADIO BRUNO srl)

Questo è quanto si legge nella nota della Direzione Generale Welfare della Regione Lombardia. Per ora, non avendo ancora ricevuto nuove indicazioni in tal senso dal Ministero come da nostra richiesta, il flusso traferito sarà ancora 'unico', privo quindi della distinzione sopra specificata» (leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr