Ucraina: “La NATO unico modo per porre fine alla guerra del Donbass” - Come Don Chisciotte

Come Don Chisciotte ESTERI

Cinquecento anni fa il poeta inglese John Skelton scrisse che le parole possono non rompere le ossa, ma rompono i cuori.

La NATO è l’unico modo per porre fine alla guerra nel Donbass.

Certe parole non ritrattate sono una ricetta per la guerra.

Sarebbe meglio se il linguaggio usato negli ultimi giorni riguardo al peggioramento del conflitto nel Donbass e nelle sue vicinanze non fosse accompagnato da azioni

L’Ucraina afferma che la NATO è l’unico modo per porre fine alla guerra del Donbass. (Come Don Chisciotte)

Ne parlano anche altri media

Come - stando a diverse fonti - un massiccio movimento di truppe russe verso il confine ucraino e in Crimea, la penisola annessa dalla Russia con il contestato referendum del 2014. Se la Russia si allontana dall'Europa di Maurizio Molinari 04 Aprile 2021 di Maurizio Molinari. (la Repubblica)

PERCHÉ SI STA PARLANDO DEL DONBASS. Il conflitto tra Ucraina e Russia per il Donbass separatista, ricorda Repubblica, ha provocato in sette anni quasi 14 mila vittime e un milione e mezzo di sfollati. GLI STATI UNITI AL FIANCO DELL’UCRAINA. (Policymakermag)

Anzi: le esercitazioni militari separatiste lungo i confini potrebbero portare a un’ulteriore escalation del conflitto e Mosca potrebbe incolpare l’Ucraina di non voler dialogare con i separatisti. L’anno nuovo avrebbe potuto essere quello decisivo e portare finalmente a un accordo di pace fra le due parti, grazie all’aiuto di Francia e Germania nell’implementazione dei negoziati di Minsk. (Buongiorno Slovacchia)

DONBASS: RAID E BOMBARDAMENTI SUL CONFINE UCRAINO. RISCHIO DI UN'ESCALATION MILITARE.

L’ Alleanza “sostiene fermamente” la “sovranità e integrità territoriale” dell’ Ucraina, ha cinguettato oggi il segretario generale, Jens Stoltenberg sul social network, al termine della telefonata odierna col leader di Kiev I paesi del G7 ci supportano", ha detto il capo dello Stato. (PPN - Prima Pagina News)

E’ stata convocata nel frattempo, nel pomeriggio, una riunione di emergenza del gruppo trilaterale di contatto per fare il punto della situazione. “Non vogliamo la guerra”, ha provato a rassicurare oggi il ministro degli Esteri, Dmytro Kuleba, in un’ intervista pubblicata, nelle ultime ore, dal quotidiano Liberation. (Agenzia Stampa Italia)

Tensione altissima tra Ucraina e Donbass. Da mesi le repubbliche popolari di Donetsk e di Lugansk denunciano l’incremento delle truppe di Kiev lungo il confine. (Radio Onda d'Urto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr