Riapertura di cinema e teatri: parla Franceschini

Riapertura di cinema e teatri: parla Franceschini
Artribune INTERNO

“CINEMA E TEATRI LUOGHI SICURI”. “Ho chiesto al Comitato tecnico-scientifico un incontro urgente per proporre le misure di sicurezza integrative su cui stanno lavorando le organizzazioni di categorie e che mi consegneranno domani (oggi per chi legge, ndr).

Tuttavia, la situazione non è rosea in nessun paese europeo (né tantomeno oltreoceano): teatri e cinema sono chiusi attualmente chiusi in Francia, Germania, Regno Unito, Belgio, Portogallo (Artribune)

Ne parlano anche altri giornali

Però, ad oggi, teatri e cinema sono chiusi in Francia, Germania, Regno Unito, Belgio, Portogallo. Però penso che teatri e cinema, con severe e adeguate misure, siano più sicuri di altri locali già aperti oggi. (Corriere della Sera)

«Mi sembra strano che si sia autorizzato il rientro a scuola e non si sia mai provato a fare lo stesso con teatri, cinema e musei «Crediamo fortemente in una possibile e sicura ripartenza dei teatri – dichiara il presidente Orazio Miloro – e il “Vittorio Emanuele” è nelle condizioni di poterlo fare garantendo una totale sicurezza. (Gazzetta del Sud - Edizione Messina)

Le città italiane senza teatri e cinema e le piazze senza musica sono più tristi: così l’Italia non è l’Italia” Nei teatri e nei cinema, già nella riapertura estiva, c’erano misure di sicurezza molto rigide che si sono rivelate efficienti: mascherina, distanziamento, igienizzazione delle mani, sanificazione dei locali”. (Rolling Stone Italia)

Franceschini “Riaprire in sicurezza i luoghi della cultura”

Poi, con la riapertura dei musei nelle zone gialle si è già dato “un segnale preciso di ottimismo guardando al futuro della cultura” Mi confronterò poi collegialmente col governo” e “col Cts per individuare tempi e modalità”, prosegue Franceschini. (Il Fatto Quotidiano)

Questi mesi sono serviti per capire che " i luoghi più pericolosi sono quelli dove ti togli la mascherina " A intervenire era stato Dario Franceschini, che aveva così messo le mani avanti per far digerire la serrata: " Un dolore la chiusura di teatri e cinema. (ilGiornale.it)

Mi confronterò poi collegialmente col governo, perchè non sono certo io a decidere da solo, e col Cts per individuare tempi e modalità”. “Però penso che teatri e cinema, con severe e adeguate misure, siano più sicuri di altri locali già aperti oggi. (LiberoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr