Manovra 2022: ora è definitiva. Cosa cambia e quando si vota. Le misure e il calendario

Corriere della Sera INTERNO

Manovra 2022, le misure il calendario delle votazioni. L’iter ha concluso la fase di discussione al Senato e venerdì, alla vigilia di Natale, dovrebbero prendere il via le votazioni conclusive della Manovra finanziaria per il 2022.

Nella tarda sera di venerdì 24 dicembre 2021 dovrebbero prendere il via le votazioni conclusive, dopo che il governo avrà trasmesso il maxiemendamento finale su cui porrà la fiducia. (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altre testate

Legge di Bilancio 2022: ecco il testo approvato dall’Aula del Senato, dopo il via libera agli emendamenti da parte della Commissione di Bilancio. L’iter dopo il passaggio in Senato. La Legge di Bilancio successivamente approderà nell’Aula della Camera martedì 28 dicembre, con l’avvio della discussione generale alle 14. (lentepubblica.it)

A rallentare i tempi le necessarie verifiche sulle coperture da parte della Ragioneria sulle tante novità introdotte. Il maxi-emendamento del governo ieri era atteso alle 18 in Senato per l’esame finale e poi di rinvio in rinvio alle 22,30 non c’era ancora pronto nulla. (La Stampa)

Non più con un approccio emergenziale, però: la Legge di Bilancio 2022 mira a cambiare soprattutto l’assetto del fisco per alleggerire imprenditori e famiglie dal carico delle tasse. E come spenderà i soldi il Governo nel 2022? (Money.it)

La Legge di bilancio 2022 ha visto la luce nella sua prima forma nella serata del 28 ottobre. Legge di bilancio 2022: fondo di garanzia Pmi. Vengono rifinanziati il Fondo di Garanzia Pmi, la cosiddetta ‘Nuova Sabatini’ e le misure per l’internazionalizzazione delle imprese. (LeggiOggi.it - Tutto su fisco, welfare, pensioni, lavoro e concorsi)

Secondo quanto riportato da Il Fatto Quotidiano la Serie A non verserà tasse o contributi per i primi quattro mesi del 2022. Nella manovra approvata dallo stato ci sarebbe un vantaggio per la Serie A: il pagamento stabilito nei primi mesi sarà reso in comode rate. (Calcio In Pillole)

Trentadue miliardi di risorse in un testo dal chiaro segno espansivo: la legge di Bilancio introduce il primo tassello della riforma fiscale agendo su Irpef ed Irap, mette 3,8 miliardi sul piatto per affrontare i rincari delle bollette (ma già il premier ha dato la disponibilità a fare di più), estende i bonus per la casa (e in questo il parlamento ha operato eliminando i paletti che il governo avrebbe voluto) (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr