Lo studio dell’Inps: 47mila morti in più in Italia tra marzo e aprile

Lo studio dell’Inps: 47mila morti in più in Italia tra marzo e aprile
MeteoWeek MeteoWeek (Interno)

Sempre secondo lo studio infatti, nel Nord, tra marzo e aprile, i decessi sono aumentati dell’84%, a fronte di un più controllato 11% al Centro e un 5% al Sud.

I numeri, va specificato, sono aggiornati all’ ultimo bollettino della Protezione civile italiana aggiornato al 30 aprile scorso.

Ne parlano anche altre testate

Bollettino Protezione Civile Campania ieri 21 maggio. Bollettino Coronavirus Campania. I dati sono stati forniti dalla Protezione civile. (Teleclubitalia)

La maggior parte dei decessi al Nord. L’Inps, quindi, evidenzia quasi 19mila decessi in più con la maggior parte di questi (18.412) al Nord che ha avuto un aumento dell’84% rispetto agli anni precedenti. (News Mondo)

Nel momento in cui è stata ultimata l’analisi, però, i morti in Italia per Coronavirus erano 27.938 (nel frttempo saliti a 32.486). Approfondisci. TUTTO sul Coronavirus. Coronavirus, il ricordo straziante del militare che trasportò le bare di Bergamo (Thesocialpost.it)

51.051 persone, pari all’84% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 134.560, con un incremento di 2.278 persone rispetto a ieri. (Gazzetta del Sud - Edizione Cosenza)

Oggi è stata registrata una diminuzione di -1.638 persone infette (ieri erano -1792, due giorni fa –2.377, tre giorni fa, –1.424). Ieri e due giorni fa era rispettivamente 156 e 161, mentre quattro giorni fa era sceso a 99. (Open)

Di questi, 676 pazienti in terapia intensiva (-40, -5,59%), 9.624 ricoverati con sintomi (-367), 52.452 in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi (-1.970). (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti