Ufficiale: terza dose anticipata, si fa dopo cinque mesi

Ufficiale: terza dose anticipata, si fa dopo cinque mesi
La voce di Rovigo SALUTE

a tutte le Ullss una circolare con la quale si dà avvio alle procedure per l’anticipazione da sei a cinque mesi della somministrazione della terza dose del vaccino anti Covid, allegando la specifica nota emessa dal Ministero della Salute.

La diminuzione dell’intervallo da sei a cinque mesi, specifica l’atto della Direzione Prevenzione, avrà effetto a partire dal giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della relativa determina a cura di Aifa

La Direzione Prevenzione della Regione Veneto ha trasmesso, nel pomeriggio di martedì 23 novembre. (La voce di Rovigo)

La notizia riportata su altri media

Vi informo che a seguito della circolare emanata nelle ultime ore dal Ministero, con il parere dell'Aifa, l'intervallo per la terza dose viene fissato dopo cinque mesi (150 giorni) dal completamento del ciclo vaccinale indipendentemente dalla tipologia di vaccino. (Primo Comunicazione)

«Vaccini, terza dose prenotabile. E’ stato il ministro della Salute Roberto Speranza ad annunciare l’anticipazione della terza dose a cinque mesi, invece dei sei previsti fino ad oggi, ai governatori (Cronache Maceratesi)

Già allineati con i 150 giorni, auspico presto senza limiti di eta”. “Nel Lazio sono state già somministrate 490 mila dosi di richiamo, pari al 10% della popolazione e da oggi è già possibile prenotare applicando la nuova circolare ministeriale dei 150 giorni. (SenzaBarcode)

Super Green pass, il governo va avanti spedito: restrizioni in arrivo per i non vaccinati

Incontro Governo – Regioni. L’obiettivo è quello di tenere aperto il Paese ed evitare contraccolpi alla ripresa economica che finalmente muove passi decisi. (Il Vibonese)

"Nessun particolare controllo da fare" e "anticipare la terza dose non può che essere un bene per proteggersi dal Covid". In molti pensano di dover controllare il livello degli anticorpi prima di fare la terza dose, è una cosa che ha un senso? (PalermoToday)

Si attiverebbe così una vera e propria lista di luoghi chiusi ai no vax: bar e ristoranti, palestre e piscine, cinema e teatri, discoteche, stadi e feste dopo le cerimonie (dei possibili effetti collaterali della terza dose abbiamo parlato qui) (Salernonotizie.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr