Uomo cade con il monopattino elettrico e muore

Moto.it ECONOMIA

Erano circa le 4 del mattino quando un passante ha visto un ragazzo a terra in Viale Vespucci a Lido di Classe.

Quando sono arrivati i soccorsi non c'era più nulla da fare e hanno potuto solo constatare il decesso.

Stava tornando da Milano Marittima dopo aver trascorso una serata con gli amici.

I carabinieri di Savio e del radiomobile di Cervia-Milano Marittima, che hanno svolto i rilievi, hanno parlato anche con gli amici che avevano trascorso la serata con lui a Milano Marittima. (Moto.it)

Ne parlano anche altri media

La mobilità cittadina, a livello di monopattini elettrici ed e-bike, sta pian piano prendendo piede in Italia diventando per molti quasi l’abitudine per muoversi in maniera semplice e anche più economica rispetto ad auto o motorini. (QuattroMania)

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio Calabria L’amministrazione Falcomatà punta sulla mobilità a basso impatto ambientale per ridurre l'inquinamento e promuovere la sostenibilità. (Gazzetta del Sud - Edizione Reggio Calabria)

Sono previsti divieti di circolazione dei monopattini in alcune arterie del centro cittadino con elevata velocità di percorrenza Assume, quindi, particolare rilevanza l’introduzione di mezzi a basso impatto inquinante ed elevata efficienza energetica. (Casteddu Online)

Ieri mattina abbiamo iniziato a controllare le affittanze estive, nelle settimane scorse abbiamo iniziato a controllare i nostri centri storici. E’ questa la base con cui abbiamo pensato al nostro pacchetto di ordinanze per rafforzare l’ordine pubblico e la sicurezza al territorio. (Il Dispari Quotidiano)

Una volta in marcia, ci si rende subito conto di quanto il mezzo sia prestante: l’accelerazione garantita dal doppio motore elettrico è notevole, e in progressione lo spunto rimane importante. Ottima anche la frenata e la stabilità, grazie alle ruote di ampio diametro e al battistrada tassellato. (ValsusaOggi)

Nei prossimi giorni si saprà con certezza se il progetto si potrà concretizzare e l’eventuale modalità con la quale i cittadini, su base volontaria, potranno recarsi nei punti prestabiliti per sottoporsi allo screening gratuito Quartu Sant’Elena – Screening della popolazione, l’idea è di due postazioni in città dove poter effettuare test antigenici rapidi: stanziati dall’amministrazione comunale 30 mila euro. (Casteddu Online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr