Contributo a fondo perduto: le domande fino al 28 maggio 2021

Fiscoetasse ECONOMIA

In particolare, viene inserito il comma 5-bis secondo il quale Il contributo a fondo perduto non può essere pignorato. Ricordiamo che le domande per l'agevolazione possono essere presentate fino al 28 maggio 2021.

Nello stesso periodo ma anche oltre la data del 28 maggio sarà possibile trasmettere la rinuncia al contributo

Qualora il dichiarante non sia tenuto alla presentazione della dichiarazione IVA, allora potrà essere considerato l’ammontare complessivo del fatturato del 2019. (Fiscoetasse)

Su altri giornali

L’Agenzia delle Entrate ha informato che i contributi a fondo perduto, tutti gli aiuti economici che lo Stato ha erogato nel corso del 2020, non rientrano nel calcolo del reddito. Ma non solo, sia i contributi a fondo perduto, sia i bonus, non concorrono neppure nel calcolo del limite dei ricavi, del calcolo del fatturato, che potrebbe consentire l’accesso a un nuovo aiuto economico (The Wam.net)

Contributi a fondo perduto anche alle imprese in liquidazione volontaria, avviata dopo il 31 gennaio 2020. La possibilità di presentare domanda per l’accesso ai contributi a fondo perduto introdotti dal decreto Sostegni n. (Informazione Fiscale)

.Così il ministro alle Politiche Agricole Stefano Patuanelli parlando con i cronisti fuori palazzo Chigi al termine del Cdm (LaPresse) – Il decreto sostegni arriverà in Cdm “entro giovedì” e utilizzerà “tutti i 40 miliardi dello scostamento di bilancio”. (LaPresse)

In primo luogo perchè fino ad ora lo stock complessivo degli indennizzi diretti ha consentito di coprire mediamente solo il 13 per cento delle perdite del sistema produttivo italiano. ol nuovo decreto Sostegni, la cui approvazione, si spera, avverrà entro la prossima settimana, il Governo Draghi dovrebbe erogare 18 miliardi di contributi a fondo perduto alle aziende e alle partite Iva in difficoltà economica. (AGI - Agenzia Italia)

Contributo a fondo perduto, come cambia il calcolo degli importi. Con il decreto Sostegni bis, di fatto, l’importo del contributo a fondo perduto riconosciuto dall’Agenzia delle Entrate verrà calcolato sempre tenendo conto del fatturato del contribuente che lo richiede. (InvestireOggi.it)

Ricordando che lo scostamento di bilancio di 40 miliardi di euro è stato votato dal Parlamento il 22 aprile scorso, corriamo il pericolo che questi 18 miliardi di indennizzi arrivino in ritardo. Col nuovo decreto Sostegni, la cui approvazione, si spera, avverrà entro la prossima settimana, il Governo Draghi dovrebbe erogare 18 miliardi di contributi a fondo perduto alle aziende e alle partite Iva in difficoltà economica. (StatoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr