Il magistrato No Green pass Giorgianni lascia la toga, ma solo dal 2022: era sul palco della manifestazione di Roma

Il magistrato No Green pass Giorgianni lascia la toga, ma solo dal 2022: era sul palco della manifestazione di Roma
Open INTERNO

Angelo Giorgianni, il magistrato salito sul palco dei No Green pass sabato scorso, 9 ottobre, in piazza del Popolo a Roma lascerà il suo incarico a partire da gennaio 2022.

Nel suo intervento, Giorgianni aveva detto: «Oggi il popolo italiano ha dato il preavviso di sfratto a coloro che occupano abusivamente i palazzi del potere

Ma la richiesta di collocamento a riposo che ha presentato al Csm – a quanto riferiscono fonti di Palazzo dei Marescialli ad Ansa – decorre da gennaio del 2022. (Open)

Su altre fonti

Ma la richiesta di collocamento a riposo che ha presentato al Csm - a quanto riferiscono fonti di Palazzo dei marescialli - decorre da gennaio del 2022. «Non potevo restare magistrato - aveva aggiunto - perché voglio poter parlare liberamente contro questa parte anche dello Stato che ci vuole imporre le proprie idee (La Sicilia)

Una presa di posizione che arriva dopo la ferma "condanna" del comportamento del magistrato già espressa ieri da parte della giunta di Messina dell'Anm Era quindi seguito quello che sembrava l'annuncio di dimissioni immediate dall'ordine giudiziario:"a coloro che dicono che la mia posizione è incompatibile, rispondo che scelgo il popolo sovrano e lascio la toga". (Rai News)

Il giudice della Corte di Appello di Messina, ed ex sottosegretario all’Interno, Angelo Giorgianni, sabato ha partecipato parlando dal palco alla manifestazione di piazza del Popolo a Roma. E già questo, rispetto agli oltre 100 mila morti e al dramma economico del paese, meriterebbe una censura (Dire)

Magistrato no vax a comizio a Roma: chiesto intervento del Csm

Obiettivo, scrivono, quello di verificare l’impatto della condotta del giudice sulla percezione della sua indipendenza quale magistrato. Le verità nascoste del Covid 19", con l prefazione del magistrato Nicola Gratteri, ma contesta la definizione di "no vax". (Sky Tg24 )

Un attacco frontale al magistrato della Corte d’Appello di Messina che avrà ancora strascichi. Un affronto insopportabile per i togati del Consiglio superiore della magistratura, che va al di là della posizione estrema di Giorgianni sul green pass (ilGiornale.it)

È bufera sul giudice Angelo Giorgianni, consigliere alla Corte d’appello di Messina, che sabato scorso ha arringato i no vax a Roma. Era quindi seguito quello che sembrava l’annuncio di dimissioni immediate dall’ordine giudiziario: «A coloro che dicono che la mia posizione è incompatibile, rispondo che scelgo il popolo sovrano e lascio la toga». (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr