Internet si spegne. Per un’ora si teme maxi attacco hacker. “È solo un incidente”

Internet si spegne. Per un’ora si teme maxi attacco hacker. “È solo un incidente”
La Repubblica ECONOMIA

er un'ora, guardando attraverso la lente dei social network, è sembrato un assaggio della fine del mondo.

Il Web era sotto scacco e alle dieci di mattina si stava spegnendo

Le voci di un cyberattacco su scala mondiale si sono diffuse in Rete e rilanciate dai media, mentre i siti di alcuni giganti come Cnn, Twitch, Guardian, Amazon, Hulu, Reddit, Shopify, Bbc, Vimeo, PayPal, diventavano irraggiungibili. (La Repubblica)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Fastly comunque ha dichiarato di essere a lavoro per risolvere il problema, mentre Amazon Web Service non ha fornito alcuna comunicazione. Tra le “vittime” anche PayPal, oltre ad Amazon, Guardian, New York Times, Cnn, Reddit e Twitch, giusto per citarne qualcuna. (Il Sussidiario.net)

I principali portali legati ai informazioni, servizio pubblico e media sono andati down a causa degli attacchi informatici. In tutti i casi il problema era pressoché lo stesso, impossibile accedere al sito con errori di vario tipo che cambiavano da portale a portale. (Gametimers)

Alcuni dei principali siti web dei media mondiali sono risultati irraggiungibili: tra questi la Cnn, il Guardian, il Financial Times, l’Indipendent e il New York Times. In Italia il down ha interessato Gazzetta dello Sport e Corriere della Sera. (Zoom24.it)

Dalla Bbc alla Cnn, bloccati diversi siti web di media internazionali

A dire il vero, Spotify ha presentato guasti anche il giorno precedente, cosa che probabilmente avrebbe dovuto mettere in allarme anche gli altri, trattandosi di problema condiviso Il motivo secondo quando ricostruito è da imputarsi a nu problema tecnico, ossia mento di una CDN (Content Delivery Network). (InvestireOggi.it)

Non si è trattato di un attacco hacker – come si era temuto dinanzi ai tanti siti di informazione in blackout – ma di un problema tecnico. (Corriere Quotidiano)

Potrebbe essere stato un crash tecnico del provider Fastly, e non necessariamente un attacco hacker, ad aver provocato oggi il blocco di numerosi siti internet internazionali, inclusi – fra gli altri – quelli di diversi media e del governo britannico. (ErreEmme News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr