L’attacco a tutto campo di Letta a Salvini, dal ddl Zan ai vaccini: «Omofobo» e «completo irresponsabile»

L’attacco a tutto campo di Letta a Salvini, dal ddl Zan ai vaccini: «Omofobo» e «completo irresponsabile»
Open INTERNO

Quando sento e vedo Salvini che ride e scherza penso che questo atteggiamento sia completamente irresponsabile: non si scherza sulle vaccinazioni, non si scherza sulla salute degli italiani», ha detto Letta commentando le parole di ieri di Salvini sui vaccini

«Omofobo» a proposito del Ddl Zan, «un completo irresponsabile» sul tema dei vaccini.

L’altro affondo di Letta è avvenuto sulla campagna vaccinale: «Le vaccinazioni anti-Covid non sono un optional. (Open)

Su altre testate

"Le altre tappe della giornata - prosegue - prevedono una visita alla 'Fattoria della Piana', cooperativa di allevatori e di trasformatori che operano tra tradizione e innovazione, un esempio unico nel Mezzogiorno d'Italia, ed un incontro con don Pino Demasi, referente di Libera per la Piana di Gioia Tauro, con il giornalista Michele Albanese e con l'imprenditore Nino De Masi, da anni sotto scorta per non essersi piegati alla ndrangheta. (Il Lametino)

Ddl Zan, Conte: «È una legge che appoggiamo». Elezioni in Sicilia del 2022. Ultimo tema quello delle elezioni amministrative regionali siciliane in programma nel 2022. Così sorridendo il leader del Pd, Enrico Letta, ha concluso (Il Messaggero)

Oggi abbiamo imparato la lezione, non facciamo errori: le vaccinazioni sono una priorità assoluta, invitiamo il governo a prendere iniziative stringenti”. In quest’anno e mezzo troppi italiani hanno perso la vita, perché c’è stata poca attenzione su cose sulle quali si poteva probabilmente fare di più. (Salernonotizie.it)

Voghera, Letta: “Stop armi private, in giro con le armi solo poliziotti e carabinieri” - L'Unione Sarda.it

i partiti che pur annoverano persone di qualità, stritolano le buone esperienze che hanno al proprio interno per le lotte di potere, di corrente; il civismo leggero, invece, non si dimostra capace di tradurre le istanze dei cittadini in politiche e soluzioni e un know-how amministrativo indispensabile. (Il Messaggero)

Qui vanno fatte innanzi tutto due considerazioni: la prima è, ci scusi tanto signor segretario, che le pistole non hanno colpa. Sono eventualmente le persone ad avere colpa e saranno quindi le persone a doversi assumere le proprie responsabilità di fronte alla giustizia (Armi e Tiro)

In giro con le armi solo poliziotti e carabinieri", ha scritto su Twitter il segretario dem. A questo rischia di portare avere sempre più armi in mano ai cittadini (L'Unione Sarda.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr