Pensioni, fortunato chi ha lavorato di più prima del 1996

Pensioni, fortunato chi ha lavorato di più prima del 1996
Orizzonte Scuola INTERNO

Per questo l’anno 2012, anni di entrata in vigore della riforma Fornero sancì l’allontanamento secco delle pensioni per i lavoratori.

Sparirono le pensioni con le quote e con 35 anni di contributi, la quota 96 e nacquero gli esodati.

Il calcolo retributivo, in generale, più vantaggioso del contributivo, si applica in linea di massima a tutti i periodi di lavoro fino al 31 dicembre 1995

Infatti la riforma Dini portò all’ingresso del metodo di calcolo contributivo delle pensioni. (Orizzonte Scuola)

Su altri media

La pandemia da Covid-19 ha provocato danni molto rilevanti e gli strumenti adottati in passato, come il reddito di cittadinanza e Quota 100, che scade a fine 2021, non hanno ottenuto i risultati sperati. (ilGiornale.it)

Tra queste troviamo quella avanzata da Pasquale Tridico, presidente dell’INPS, che ha suggerito l’introduzione di un sistema a scaglioni in grado di consentire ai contribuenti di andare in pensione a 63 anni, ma con un importo ridotto. (I-Dome.com)

Altri benefici sono riconosciuti anche a chi svolge lavoro gravoso, in entrambi i casi è necessario centrare specifici requisiti per poterne beneficiare. In alcuni casi sono riconosciuti benefici dal punto di vista previdenziale alle mamme lavoratrici, che possono, quindi, guadagnare il pensionamento con anticipo. (Money.it)

Indebito pensionistico: l'Inps può bloccare la pensione

Negli anni successivi, progressivamente, si cominciarono ad avere le prime conseguenze negative che avrebbero portato dopo 25 anni effetti devastanti. Ormai ogni anno che passa fa sì che l’importo medio delle pensioni scenda di circa 50 € al mese. (Pensioni Per Tutti)

Quota 100: chi è andato in pensione? Uno studio effettuato su un campione statistico di 70mila contribuenti, con periodo d’osservazione dal 2019 all’estate 2021, ha rilevato chi ha giovato di più di Quota 100. (I-Dome.com)

LEGGI ANCHE > > > Riforma Pensioni, importanti cambiamenti in vista: scenario inaspettato. Cosa succede se l’Inps si riprende i soldi delle pensioni? In alcuni casi è possibile bloccare l’erogazione delle pensioni o di parte di esse quando è dimostrato che la cosa avvenga indebitamente (ContoCorrenteOnline.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr