Lukaku sul razzismo: “Ad essere onesto non vedo grandi progressi”

Lukaku sul razzismo: “Ad essere onesto non vedo grandi progressi”
CIP SCIENZA E TECNOLOGIA

Romelu Lukaku, l’attaccante belga dell’Inter, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla questione del razzismo.

“Per me, ad essere onesto, non vedo davvero progressi.

“Ritengo che il razzismo nel calcio in questo momento sia al massimo storico, anche a causa dei social.

In Italia, quando è successo a me direttamente, si è fatto qualcosa: la Serie A ha parlato con me e la mia squadra

Un tema che lo tocca da vicino e del quale è stato vittima in passato. (CIP)

La notizia riportata su altre testate

Il bomber nerazzurro continua a segnare anche con la Nazionale del Belgio: il suo futuro sarà ancora a Milano. L'attaccante nerazzurro è pronto a vivere un Europeo da protagonista con la sua Nazionale, e punta a superare quota 40 gol stagionali. (fcinter1908)

Ha raggiunto un altro livello in campo. Ha sempre saputo segnare, ma ora le decisioni che prende in campo, la consapevolezza dei giocatori intorno a lui… Mi fanno capire che è maturato, direi così. (SpazioInter)

Che Lukaku vuole vivere da assoluto protagonista dopo la vittoria dello scudetto. Ha segnato anche ieri sera con il suo Belgio e non ha alcuna intenzione di fermarsi in vista degli Europei: numeri da urlo per Big Rom. (fcinter1908)

Europei, il Belgio: ultima occasione per l'eterno favorito

È il miglior attaccante in circolazione". vedi letture. Roberto Martinez, CT del Belgio, intervenuto in conferenza stampa, esalta Romelu Lukaku: "Lavoro da tanto tempo con Romelu e conosce bene tutti i suoi lati positivi. (TUTTO mercato WEB)

Record — Domenica sera, nell’ultima amichevole, il Belgio ha battuto la Croazia per 1-0, con un gol di Lukaku. “Il fatto che Kevin sia in gruppo con noi è già di per sé una fantastica notizia”, ha concluso Martinez (La Gazzetta dello Sport)

Era tra i favoriti prima dei mondiali in Russia (terzo classificato), lo era anche prima degli Europei di Francia (eliminato ai quarti di finale dal Galles) quando la Golden Generation di Hazard, De Bruyne, Mertens, Lukaku, Courtois faceva impazzire tutti i commissari tecnici del mondo Quando si fanno i pronostici sugli Europei il Belgio spunta sempre. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr