L'Onu respinge la petizione di Greta Thunberg e altri 15 attivisti

L'Onu respinge la petizione di Greta Thunberg e altri 15 attivisti
Dire ESTERI

A sostenerlo in un verdetto è stato il Comitato delle Nazioni Unite per i diritti del bambino.

Premesso ciò, una petizione presentata dall’attivista svedese Greta Thunberg e da altri 15 giovani ambientalisti per chiederne conto a cinque Paesi del mondo è comunque inammissibile.

Secondo i 18 esperti dell’Onu che compongono il comitato, esiste “un numero sufficiente di correlazioni” tra i danni provocati dall’inazione rispetto al riscaldamento globale e la violazione dei diritti dei bambini

– Non agire per contrastare il riscaldamento globale si può configurare come una violazione dei diritti umani dei bambini. (Dire)

Ne parlano anche altre testate

Vedo cosa è stato costruito. Quando gioca al posto di Ivan Perisic Inter più quadrata ma quando viene messo da terzo di difesa, la squadra cambia (Inter-News)

Tag:. cop26. Greta Thunberg. Greta Thunberg ha inoltre spiegato di non sentirsi impotente e senza speranza. (Newsby)

Nel settembre 2019 sedici giovani tra cui la svedese Greta Thunberg, hanno annunciato una nuova offensiva contro il riscaldamento globale, denunciando l’inerzia dei leader mondiali come un attacco alla convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del bambino. (L'agone)

Cop26, per Greta Thunberg Biden è gi? una delusione

Un pronunciamento che segna l’esito di una istanza presentata dall’attivista svedese e da altri giovani che condividono con lei la battaglia contro il riscaldamento globale. Due settimane fa, alla preCop 26 a Milano, nel suo discorso pronunciato durante la prima giornata di Youth4Climate, l’attivista svedese ha detto: “Basta i bla, bla, bla dei leader politici (Roccarainola.net)

Non riesco a pensare a Greta Thunberg come a una persona. Perché non è lei che li pianifica, è una macchina soprattutto economica (i politici non sono in grado di certe raffinatezze) che ha deciso di trasformare un movimento ecologista, diciamo così, “romantico” e genuino, in un’ideologia. (Tempi.it)

Hakimi e Lukaku sono state le due cessioni pesanti dell’Inter in estate. Il giornalista Bucciantini, nel corso di 23 su Sky Sport 24, torna sulle motivazioni che hanno portato Suning a dare l’OK ai sacrifici di mercato. (Inter-News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr