Varianti Covid, dall'inglese alla brasiliana: ecco la situazione in Italia

Varianti Covid, dall'inglese alla brasiliana: ecco la situazione in Italia
Sky Tg24 SALUTE

Ansa. Quindi, nell'attuale scenario europeo e nazionale, caratterizzato dalla emergenza di diverse varianti, l'indagine ha teso a sottolineare come sia “necessario continuare a monitorizzare con grande attenzione, in coerenza con le raccomandazioni nazionali ed internazionali e con le indicazioni ministeriali, la circolazione delle varianti del virus Sars-CoV-2".

Al fine di contenerne ed attenuarne l'impatto è importante, secondo gli esperti, “continuare a mantenere l'incidenza a valori che permettano il sistematico tracciamento della maggior parte dei casi”

(Sky Tg24 )

Su altre testate

L’indice di trasmissibilità Rt calcolato sui casi sintomatici "è pari a 0,85 (range 0,80– 0,91), in lieve aumento rispetto alla settimana precedente, ma sotto l’uno anche nel limite superiore". Tre Regioni, spiega il Ministro, "hanno un Rt puntuale maggiore di uno. (PerugiaToday)

Il monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità del 30 aprile 2021 conferma la discesa dei nuovi casi e il calo del numero di pazienti ricoverati in terapia intensiva. Roberto Speranza, su Facebook, ha annunciato che in Italia il 29 aprile sono state somministrate oltre 500 mila dosi di vaccino. (Money.it)

La variante inglese è considerata più letale da alcuni studi (le evidenze non sono concordi). L’effetto del vaccino insieme alle recenti chiusure, però, ha potuto contribuire a mitigare gli effetti della crescita massiccia della B. (Corriere della Sera)

Il Codacons diffica Ministero della Salute e Asp: “Troppa confusione sui morti per covid e i non covid”

Quali sono le varianti del Covid diffuse in Italia? I dati dell’Iss. La variante inglese quindi è la più diffusa in Italia tanto da rappresentare in alcune Regioni il cento per cento delle nuove infezioni da Coronavirus. (L'Occhio)

Tre Regioni (vs quattro la settimana precedente) hanno un Rt puntuale maggiore di uno. La situazione volge lentamente verso il meglio a livello epidemiologico e anche per questo monitoraggio Iss dovremmo assistere ad un ulteriore “mini-calo” dell’indice di contagio Rt, così come l’incidenza dei casi su 100 mila abitanti. (Il Sussidiario.net)

Il Codacons diffica Ministero della Salute e Asp: “Troppa confusione sui morti per covid e i non covid”. Condividi su:. Sul numero dei decessi legati al Covid e sulle cause che hanno determinato la morte degli italiani da inizio pandemia ad oggi il Codacons ha presentato una diffida e una istanza d’accesso all’Istituto Superiore di Sanità, al Ministero della Salute e alle ASP di tutta la Sicilia, chiedendo di ottenere una serie di documenti finalizzati a chiarire alcuni aspetti su cui ancora oggi manca trasparenza. (RagusaOggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr