Prezzi benzina aumentati, le reazioni delle associazioni e le differenze con il 2020

Prezzi benzina aumentati, le reazioni delle associazioni e le differenze con il 2020
Ultim'ora News ECONOMIA

L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha effettuato dei calcoli secondo cui ci sarebbero i termini affinché il costo della benzina resti almeno 12 centesimi al di sotto degli standard attuali.

I dati raccontano di picchi che, in qualche caso, hanno raggiunto punti che non venivano toccati da quasi due anni come nel caso della benzina.

Prezzi benzina, la situazione un anno fa. Da registrare anche la dichiarazione riportata dall’Ansa di Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori

Prezzi medi benzina in rialzo. (Ultim'ora News)

Su altri media

"La benzina sfiora 1,6 euro al litro, 1,599 euro (1,59904), segnando il record da oltre due anni, ossia dalla rilevazione del 22 luglio 2019 quando arrivò a 1.599 euro (1.59993) al litro" , puntualizza ancora Dona. (ilGiornale.it)

Il confronto prezzi tra Svizzera e Italia ci dice che un automobilista italiano attraversando il confine può arrivare a risparmiare anche più di 9 euro su 50 litri di benzina. Secondo i dati settimanali del Ministero dello sviluppo economico, elaborati sulla media dell’ultima settimana, la benzina in modalità è arrivata a 1,6 euro al litro, il diesel è invece a 1,5 euro. (Corriere del Ticino)

Per la verde si tratta del record da luglio 2019, mentre per il diesel è il prezzo più alto da febbraio del 2020. Benzina, prezzi ai massimi da due anni: le reazioni delle associazioni dei consumatori. (QuiFinanza)

Non si fermano i rincari sulla benzina: la causa è il lockdown, ecco perché

– Osservatorio Nazionale Federconsumatori, il prezzo della benzina dovrebbe attestarsi almeno 12 centesimi al di sotto di quello attuale. Nuovo aumento per il prezzo della benzina, la verde vola a 1,6 euro al litro. (News Mondo)

E’ vero tuttavia che il costo del petrolio incide per circa un terzo sul prezzo finale della benzina. Salgono ancora i prezzi dei carburanti sulla rete dei distributori italiani. (Il Fatto Quotidiano)

Il prezzo del gasolio si attesta invece a 1,45 euro al litro, in aumento del 9,57% su base settimanale. Per quanto riguarda la prima causa, con l’allentamento delle restrizioni ci si sposta di più e quindi, di conseguenza serve più carburante. (Consumatore.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr