Cambio manager in Stellantis: Mike Manley (successore di Marchionne) si è dimesso

Automoto.it ECONOMIA

Ci sono Stewart e Filosa, due direttori operativi, che con Manley parleranno certamente ancora, in qualche modo

Nome noto anche per gli italiani, eccome, visto che è stato successore nella posizione di gran capo della ex-galassia Fiat, quando morì Marchionne.

Insomma, non conta più come prima dentro le Case auto ma conta eccome, per le Case auto.

Ha lasciato in questi giorni Stellantis, dove invero difficilmente gli si era aperta una posizione di livello comparabile con le precedenti. (Automoto.it)

Su altri media

Le uniche certezze, per il momento, sono rappresentate dalla volontà di ridurre la forza lavoro e alleggerire i costi della divisione italiana Il gruppo è al lavoro per un programma molto articolato che, per ora, non è ancora stato ufficializzato. (ClubAlfa.it)

Dopo le nozze con Psa, il top manager inglese cede il passo a Carlos Tavares sulla tolda di comando di Stellantis Il primo incarico manageriale di rilievo risale al 2000, quando viene scelto da DaimlerChrysler per sviluppare la rete in Gran Bretagna. (EOS Sistemi avanzati scrl)

Tale obiettivo verrà raggiunto con una serie di accordi di uscite anticipate, in modo graduale e senza strappi. Prosegue il piano di tagli in Italia di Stellantis. (AlfaVirtualClub)

Lavorando a stretto contatto con Carlos, è stato determinante nella creazione e nel riuscito lancio di Stellantis È colui che è stato nominato l’uomo della rinascita di Jeep, l’iconico brand dell’ex Gruppo italo-americano FCA, che oggi, con PSA, ha formato il colosso Stellantis. (Virgilio Motori)

Manley entrerà a far parte del consiglio di amministrazione della Fondazione Stellantis, il braccio di beneficenza dell’azienda. Mark Stewart, direttore operativo di Stellantis in Nord America, e Antonio Filosa, direttore operativo dell’America Latina, riporteranno direttamente a Tavares. (ClubAlfa.it)

“Ho avuto la fortuna di conoscere Mike prima come concorrente, poi come partner e collega nella creazione di Stellantis, ma – soprattutto – sempre come amico. (Forbes Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr