L'Istat: la pressione fiscale del quarto trimestre 2020 sale al 52%

L'Istat: la pressione fiscale del quarto trimestre 2020 sale al 52%
Giornale di Puglia ECONOMIA

I dati relativi alle AP sono commentati in forma grezza, mentre quelli relativi alle famiglie e alle società in forma destagionalizzata.Il conto trimestrale delle AP è coerente con la versione del conto annuale trasmessa a Eurostat il 31 marzo nell’ambito della Notifica in applicazione del Protocollo sulla Procedura per i Deficit Eccessivi.

Di conseguenza, la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici è stata pari al 15,2%, in aumento di 0,5 punti percentuali rispetto al trimestre precedente. (Giornale di Puglia)

Se ne è parlato anche su altri giornali

A crescere è la pressione fiscale, ma non perché siano aumentate le tasse, ma perché calcolata in rapporto al Prodotto interno lordo, che è in forte contrazione. Intanto l’indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil, quindi il deficit, è pari al 5,2% (Il Sussidiario.net)

La pressione fiscale, nel quarto trimestre del 2020, è stata pari al 52%, in crescita di 1,3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell`anno precedente, nonostante la riduzione delle entrate fiscali e contributive. (Italia Oggi)

In generale, nel 2020, la pressione fiscale è stata registrata al 43,1% del Pil, in aumento dello 0,7% sul 2019 Sono alcuni dei dati pubblicati dall'Istat, che evidenzia come - di riflesso - sia aumentata la propensione al risparmio delle famiglie, che cresce di mezzo punto percentuale sfondando la quota del 15%. (Telenord)

Istat, la pressione fiscale sale al 52%: ai massimi dalla fine del 2014

Il tasso di investimento delle società non finanziarie, pari al 21,6%, è aumentato di 0,6 punti percentuali rispetto al trimestre precedente Di conseguenza, la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici è stata pari al 15,2%, in aumento di 0,5 punti percentuali rispetto al trimestre precedente. (Il Tabloid)

Redditi e consumi. Nell'ultimo trimestre del 2020 il reddito delle famiglie è diminuito dell‘1,8% rispetto al periodo precedente L'ultimo trimestre del 2020 ha segnato un incremento record della pressione fiscale, che ha raggiunto il 52% del Pil, il livello più alto dal quarto trimestre 2014. (Sputnik Italia)

Nel dettaglio dei numeri, si nota come dopo i lievi segnali di ripresa legati all’estate, nel quarto trimestre del 2020 il reddito sia diminuito dell'1,8% rispetto al trimestre precedente. Su base annua, a fronte di un crollo del Pil a causa del Covid dell’8,9%, la pressione fiscale complessiva si è attestata al 43,1% rispetto al 42,4% del 2019. (La Gazzetta di Mantova)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr