Euro-dollaro: pausa di consolidamento a ridosso di 1,20

Milano Finanza ECONOMIA

Importante quindi la tenuta del sostegno posto in area 1,1990-1,1985: una discesa sotto questa zona potrebbe infatti innescare una rapida flessione verso 1,1950 prima, a quota 1,1910-1,1905 poi e in area 1,1880-1,1860 successivamente.

La struttura tecnica di breve periodo rimane costruttiva anche se, prima di poter tentare un nuovo allungo, sarà necessaria un’adeguata fase riaccumulativa.

Nella giornata di mercoledì il cambio Euro/Dollaro (EUR/USD) si è mosso a ridosso di 1,20 senza fornire particolari spunti operativi. (Milano Finanza)

La notizia riportata su altri giornali

Nonostante questa flessione la struttura tecnica di breve periodo rimane ancora costruttiva: prima di poter tentare un nuovo allungo sarà comunque necessaria un’adeguata fase riaccumulativa. Pericolosa una discesa sotto 1,1990 in quanto potrebbe innescare un’ulteriore flessione verso 1,1950-1,1940 prima e in area 1,1880-1,1860 in un secondo momento. (Milano Finanza)

Attraverso un articolo aggiuntivo al capo VI del titolo VII della parte II del testo unico di cui al d.lgs. Il divieto non si applicherebbe in caso di utilizzo dei dispositivi consentito agli alunni disabili nel rispetto della normativa vigente (Yahoo Finanza)

Al rialzo, invece, una nuova dimostrazione di forza arriverà solo con il breakout di quota 1,2150, con un primo target a quota 1,2185-1,2190 e un secondo obiettivo in area 1,2220-1,2230. La struttura tecnica di breve periodo rimane costruttiva anche se, prima di poter tentare un nuovo allungo, sarà necessaria un’adeguata fase riaccumulativa. (Milano Finanza)

La struttura tecnica di breve periodo rimane quindi costruttiva anche se, prima di poter tentare un nuovo allungo, sarà necessaria un’adeguata fase riaccumulativa al di sopra del sostegno posto in area 1,20-1,1990. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr