Windows 10, c’è una vulnerabilità che può essere sfruttata per ottenere le informazioni sensibili del Registro

Windows 10, c’è una vulnerabilità che può essere sfruttata per ottenere le informazioni sensibili del Registro
DDay.it - Digital Day SCIENZA E TECNOLOGIA

Una vulnerabilità, che tramite il meccanismo di privilege escalation può portare un utente con privilegi bassi ad accedere alle informazioni sensibili presenti nel Registro di Windows 10 e Windows 11.

Nello specifico, la vulnerabilità colpisce il Security Account Manager (SAM), la parte di registro che si occupa di immagazzinare le password dell’utente.

Nemmeno l’utilizzo di una versione aggiornata di Windows 10 protegge, attualmente, da questa pericolosa vulnerabilità

Vista l’importanza delle informazioni contenute in esso, il Registro di Sistema non è, normalmente, accessibile agli utenti con bassi privilegi. (DDay.it - Digital Day)

La notizia riportata su altre testate

Questo è ancora più critico per il Security Account Manager, il quale contiene i dati, comprese le password, di tutti gli utenti sul PC. Entrambi, per qualche motivo, hanno restrizioni ridotte consentendo a qualsiasi utente locale di accedere completamente ai file senza privilegi di amministratore. (Tom's Hardware Italia)

La voce “Mostra più opzioni“, attivabile anche con la scorciatoia Shift+F10, carica il vecchio menu contestuale di Windows 10 Il nuovo menu Start e la barra delle applicazioni al centro sono le novità più evidenti di Windows 11. (Punto Informatico)

Microsoft ha condiviso un avviso di sicurezza per questa vulnerabilità zero-day che ha identificato come CVE-2021-36934. Ma, soprattutto, potrebbe consentire ad un utente senza diritti amministrativi, di accedere ai file sensibili archiviati nel database del registro di configurazione di sistema. (Cyber Security 360)

Windows 11, la barra delle applicazioni peggiora?

Infatti, Windows 11 sarà dotato di uno stack di archiviazione aggiornato, che consentirà a DirectStorage di funzionare a piena velocità. Circa un mese fa, vi avevamo informato che la tecnologia DirectStorage, indirizzata principalmente al mondo dei giocatori, sarebbe stata presente esclusivamente solo su Windows 11, prossima versione del popolare sistema operativo della casa di Redmond. (Tom's Hardware Italia)

Una delle tante novità di Windows 11 sta in un'integrazione a livello di sistema di Microsoft Teams, uno strumento che nell'ultimo anno e mezzo con le esigenze dettate dall'emergenza sanitaria è entrato a far parte della quotidianità di tantissimi utenti in tutto il mondo. (HDblog)

Il nuovo sistema operativo sarà messo a disposizione anche di coloro che sono fermi alle edizioni precedenti: non solo Windows 10, ma indietro fino a Windows 7, seppur con modalità di distribuzione differenti Inoltre, come già noto, al momento non risulta possibile trascinare un'applicazione sulla taskbar per creare una scorciatoia e avviarla così successivamente in modo rapido con un solo click. (Punto Informatico)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr