Cosa sta succedendo coi tabelloni elettorali a Milano

Cosa sta succedendo coi tabelloni elettorali a Milano
MilanoToday.it INTERNO

“Nessuno sarà penalizzato perché i manifesti elettorali non potranno essere affissi fino al momento in cui l’installazione dei tabelloni non sarà completata, cosa che avverrà tra due giorni al massimo”, ha garantito l’assessora ai servizi civici di palazzo Marino, Roberta Cocco

Bernardo li alza, mentre io cerco di lavorare e risolvere tutto, anche la vicenda degli spazi elettorali, che sarà presto sistemata". (MilanoToday.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Pensiamo al primo” ha concluso Bernardo che ha partecipato ad un evento elettorale con il leader della Lega Matteo Salvini Così il candidato sindaco del centrodestra a Milano Luca Bernardo, dopo la pubblicazione di alcuni sondaggi che vedrebbero il sindaco uscente Sala nettamente in vantaggio sullo sfidante nelle amministrative di ottobre. (LaPresse)

Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, nel corso della sua visita al Mercato Centrale a Milano, parlando dell’assenza di manifesti elettorali in città. In tutte le altre città c’è una campagna elettorale in corso, ci sono le proposte anche sui muri, sui tabelloni, Milano è vuota e silenziosa. (LaPresse)

Alle elezioni del 2016 i pentastellati avevano ottenuto il 10 per cento dei voti Gli analisti comunque hanno reso noto anche che l’afflusso atteso a Milano non sarà intorno al quel 54,7 per cento registrate alle scorse edizioni comunali. (Open)

Elezioni sindaco, la campagna elettorale si scalda su case popolari e scuole

Bernardo li alza, mentre io cerco di lavorare e risolvere tutto, anche la vicenda degli spazi elettorali, che sarà presto sistemata". "Cosa devo replicare se Bernardo usa termini come 'narcotizzare' la campagna elettorale?Bisogna capire se in questo momento si vogliono alzare i toni o meno. (MilanoToday.it)

È a loro che Beppe Sala detta una serie di "regole" per le ultime tre settimane di campagna elettorale. E, su questo fronte, l'ambizione è quella di lanciare un corposo piano di riqualificazione grazie ai fondi straordinari del Pnrr. (La Repubblica)

Lancio, dunque, un appello alla Regione: sediamoci e finalmente troviamo una soluzione per dare un più dignitoso vivere a chi abita nelle case popolari". «Sulla gestione delle case popolari milanesi è necessaria una gestione ad hoc, che sappia fare questo mestiere. (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr