Violenza sessuale a Portici: 18enne telefona alla mamma e fa arrestare l'orco

Violenza sessuale a Portici: 18enne telefona alla mamma e fa arrestare l'orco
ilmattino.it INTERNO

Quando gli agenti delle Volanti hanno trovato la ragazza a poca distanza c'era l'uomo, un 24enne, che ancora la strattonava.

Era a telefono con lei quando l'ha sentita urlare, poi la comunicazione si è interrotta.

A dare l'allarme è stata la mamma della ragazza.

Dell'episodio è stato informato il pm della Procura della Repubblica di Napoli, sezione Fasce Deboli

Ascoltata dagli investigatori, la 18enne ha detto che non aveva mai visto prima l'uomo che l'aveva aggredita. (ilmattino.it)

Ne parlano anche altri giornali

Subito dopo avere appreso la notizia, ancora frastornato, si è presentato ai carabinieri insieme ai giovani che avrebbero violentato la figlia sostenendo che era ubriaca Due dei giovani arrestati frequentavano casa nostra perché amici d’infanzia di mio figlio; mangiavano qui per anni e ora hanno tradito quella fiducia che c’era. (Livesicilia.it)

La delicata e complessa attività investigativa ha permesso di raccogliere numerosi elementi probatori a seguito dei quali. l’autorità giudiziaria ha disposto la custodia cautelare in carcere per l'uomo (LA NAZIONE)

Questa attività ha avuto origine da una denuncia presentata dalla parte offesa, nella quale si descrivevano in maniera minuziosa le vessazioni e le mortificazioni sessuali subite da tempo da parte del marito, di professione guardia particolare giurata. (VTrend)

Picchia e violenta la compagna, poi quel video all'amico

La cantante 19enne in un’intervista rilasciata a Vogue ha parlato di abusi sessuali e di quanto questi siano diffusi. “Non importa chi sei, qual è la tua vita, di chi ti circondi, quanto sei forte, quanto sei intelligente. (L'HuffPost)

La donna ha raccontato agli agenti, con dovizia di particolari, di come fosse oggetto di mortificazioni sessuali da parte del marito, di professione guardia giurata. Le indagini sono partite nei primi giorni di aprile, a seguito della denuncia della donna, residente in un comune della Valdera pisana. (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

Per due anni ha subito violenze sessuali e maltrattamenti da parte del compagno, poi la denuncia ai carabinieri. A quel punto l'uomo ha cominciato a picchiare la compagna, con calci e pugni minacciandola di morte. (Toscana Media News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr