Cannabis, referendum: "In 48 ore oltre 220mila firme"

Cannabis, referendum: In 48 ore oltre 220mila firme
Adnkronos INTERNO

. . Sul tema della legalizzazione della cannabis interviene sui social anche Roberto Saviano: ''Legalizzare vuol dire togliere ossigeno alle mafie che gestiscono il traffico e lo spaccio", sottolinea lo scrittore su Twitter

In 48 ore hanno firmato il Referendum Cannabis oltre 220.000 persone.

"Sono 220mila firme in 48 ore.

La campagna per il referendum sulla cannabis non necessita di ulteriori commenti, bastano le cifre", evidenzia Giuseppe Civati, fondatore di Possibile e tra i promotori della raccolta firme per il referendum sulla cannabis. (Adnkronos)

Ne parlano anche altri giornali

Lo ha dichiarato Giuseppe Civati, fondatore di Possibile e tra i promotori della raccolta firme per il referendum sulla cannabis. Si è schierato dalla parte del referendum anche Beppe Grillo che ha invitato i suoi militanti a firmare online sul sito referendumcannabis. (La Stampa)

Cosa si chiede nel Referendum. Il Referendum Cannabis Legale vuole ottenere l'eliminazione del reato di coltivazione, delle pene detentive per ogni condotta illecita legata alla cannabis e cancellare la sanzione amministrativa del ritiro della patente. (Napolike)

Cannabis, intervista a Riccardo Magi: "Il referendum vola. Un segnale forte alla politica"

Quello della coltivazione, vendita e consumo di cannabis è una delle questioni sociali più importanti nel nostro Paese “In 2 giorni 220mila firme sono un successo straordinario – ha scritto Marco Cappato, radicale e tesoriere dell'associazione Luca Coscioni – dobbiamo arrivare a 500mila entro il 30 settembre”. (il Dolomiti)

Riccardo Magi, parlamentare e presidente di +Europa, è tra i promotori Due anni di lavoro per un testo in Parlamento e, in parallelo, per un referendum abrogativo con l'associazione Luca Coscioni, il Forum Droghe, Meglio Legale, Antigone e decine di altri movimenti. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr