Quarantenne milanese annega nel Lago Maggiore, alla spiaggia del Sasso, tra Intra e Ghiffa

Quarantenne milanese annega nel Lago Maggiore, alla spiaggia del Sasso, tra Intra e Ghiffa
La Stampa INTERNO

In soccorso è arrivata l’ambulanza del 118: a nulla sono valse le pratiche rianimatorie messe in atto dal medico della rete di emergenza, che ha solo potuto constatare il decesso dell’uomo.

L’uomo verso le 16,30 si è sentito male mentre era in acqua a pochissimi metri della riva.

Il corpo è stato portato sulla battigia dagli altri bagnanti: uno di loro non vedendolo riaffiorare dopo un tuffo aveva lanciato l’allarme. (La Stampa)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Erano da poco passate le 17 quando l'uomo, un milanese di 41 anni, si è sentito male in acqua nello specchio d'acqua di fronte alla spiaggia pubblica del Sasso tra Intra e Ghiffa. E' stato colpito da un probabile malore ed è annegato il turista morto nel pomeriggio di domenica a Verbania. (VareseNoi.it)

Una persona è annegata nel pomeriggio in località Sasso, tra Ghiffa e Verbania: non si hanno ulteriori notizie.In un incidente invece un centauro ha riportato gravi ferite ed è in pericolo di vita Tweet (Azzurra TV)

Marzio Montanari, 41 anni, era in spiaggia al Sasso, al confine tra Verbania e Ghiffa, in compagnia della madre. Ieri pomeriggio il villeggiante milanese è morto annegato nelle acque del Lago Maggiore. (La Stampa)

Marzio Montanari, turista milanese annegato nel Lago Maggiore

In volo anche un elicottero per aiutare nel salvataggio. (LaPresse) La Guardia costiera contea di Monmouth ha salvato tre persone dopo che una nave ha iniziato a imbarcare acqua al largo della costa del New Jersey, negli Usa, durante il fine settimana. (LaPresse)

Il tragico incidente è avvenuto tra Verbania e Ghiffa, nella zona della spiaggia del Sasso: secondo le prime informazioni, la vittima, 41 anni, si sarebbe sentita male mentre era in acqua per un ultimo bagno. (NovaraToday)

E' un turista milanese, Marzio Montanari, l'uomo annegato nelle acque del Lago Maggiore nel pomeriggio di ieri, domenica 12 settembre, come riporta NovaraToday. Presenti anche i carabinieri, che dovranno ricostruire l'accaduto, e la guardia costiera, che ha delimitato l'area per non far avvicinare i natanti (MilanoToday.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr