Caso AstraZeneca e vaccinazioni: «Avremo settimane di ritardo»

La Gazzetta di Mantova SALUTE

Lo ha detto ieri il presidente della Regione, Attilio Fontana, nel commentare il cambio di vaccino per gli under 60 che hanno fatto la prima iniezione con AstraZeneca.

Dopo lo stop di AstraZeneca per gli under 60 ora servono più dosi di Pfizer e Moderna.

La direzione welfare ricorda invece che il vaccino da usare preferibilmente nei soggetti con più di 60 anni è quello a vettore virale (AstraZeneca o Janssen)

Il caso AstraZeneca provocherà sicuramente un ritardo sulla tabella di marcia delle vaccinazioni anti Covid. (La Gazzetta di Mantova)

Su altri media

Rienzi, in conclusione di intervista, ribadisce che le cifre prospettate “non sono assolutamente campate in aria -puntualizza Rienzi- e l’azione, lo garantisco, non è assolutamente infondata”. Dunque per il danno potenziale e per il rischio corso sul fronte sanitario, anche in assenza di danni effettivi alla salute”. (Il Sussidiario.net)

Nel dettaglio, sono 38.729 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all’Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle ore 18.30). DA DOMANI LE PRENOTAZIONI PER LA SECONDA OPEN NIGHT DI NOVARA. (Il Piccolo)

Coronavirus Sicilia | Cronaca nella giornata di oggi AstraZeneca, over60 diffidenti: somministrate appena 37 prime dosi in Sicilia di Redazione 17 Giugno 2021. Sono state appena 37 le prime dosi di vaccino AstraZeneca somministrate oggi in Sicilia ad over 60 senza fragilità, 1.900 le seconde dosi, e 116 quelle di Janssen di Johnson & Johnson. (ilSicilia.it)

La protesta sindacale collettiva è finalizzata alla richiesta degli indennizzi per il “danno non patrimoniale causato dalla paura di ammalarsi, per aver ricevuto la somministrazione del vaccino AstraZeneca autorizzato dalle competenti autorità italiane”, puntualizza Codacons Vda, rincarando con “danno non patrimoniale-biologico, danno permanente o temporaneo anche in termini di danno differenziale, riportato per essere stato sottoposto alla vaccinazione AstraZeneca”. (VoxPublica)

«La situazione di totale incertezza e i continui cambiamenti nel piano vaccinale - afferma il Codacons - hanno di fatto messo potenzialmente a rischio la salute di quei soggetti che hanno ricevuto Astrazeneca pur essendo categorie a cui la somministrazione di tale vaccino era sconsigliabile. (Aosta Oggi)

Affinché ci possa essere un risarcimento AstraZeneca, infatti, occorrerebbe dimostrare la correlazione tra il mix di vaccini di cui tanto si parla in questi giorni e quella che nel gergo viene definita “menomazione psicofisica permanente“ Ad esempio, fa molto discutere che tra le cause del possibile risarcimento AstraZeneca richiesto da Codacons ci sia quello del “danno non patrimoniale causato dalla paura di ammalarsi per avere ricevuto la somministrazione del vaccino Astrazeneca autorizzato dalle competenti autorità Italiane“. (OptiMagazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr