Il padre della bomba atomica del Pakistan è morto a 85 anni

Il padre della bomba atomica del Pakistan è morto a 85 anni
La Repubblica ESTERI

Islamabad aveva venduto tecnologia per armi nucleari alla Corea del Nord in cambio dei suoi missili No-Dong in grado di trasportare testate nucleari

Per 10 anni durante l'occupazione sovietica del vicino Afghanistan, i successivi presidenti degli Stati Uniti hanno dichiarato che il Pakistan non stava sviluppando armi nucleari.

In Paksitan era considerato una specie di eroe nazionale, Abdul Qadeer Khan: l'uomo che ha dato al Paese la bomba atomica è morto all'età di 85 anni dopo essere stato ricoverato per Covid. (La Repubblica)

La notizia riportata su altri media

Il 5 febbraio 2004, l'allora presidente pakistano, il generale Pervez Musharraf, lo aveva perdonato. Di recente aveva contratto il Covid e da ultimo era stato trasferito in ospedale per problemi polmonari (AGI - Agenzia Italia)

Khan è deceduto dopo essere stato trasportato in ospedale a causa di problemi ai polmoni. ll presidente del Pakistan, Arif Alvi, ha dichiarato in un tweet di essere "profondamente rattristato nell'apprendere della morte del dottor Abdul Qadeer Khan", che conosceva personalmente dal 1982 (Notizie - MSN Italia)

Con gli anni, Khan trasformò il Pakistan da acquirente a venditore di tecnologie nucleari, uno dei più importanti tra i paesi islamici. Nonostante la sua storia, comunque, in Pakistan è considerato ancora oggi una specie di eroe nazionale, a cui sono state intitolate scuole, ospedali e istituti di ricerca. (Roccarainola.net)

Il padre della bomba atomica del Pakistan è morto a 85 anni

Abdul Qadeer Khan in una fotografia del 2013. Divenuto direttore della ricerca sulla fissione nucleare nel progetto, Khan si vantò di non aver mai contribuito a progettare gli ordigni. (tvsvizzera.it)

Era stato ricoverato nello stesso ospedale anche ad agosto, da cui era stato dimeso a settembre. E’ morto Abdul Qadeer Khan, ‘padre’ della bomba atomica pakistana, aveva 85 anni: si era ammalato di Covid. (QuotidianPost.it)

Negli anni '70 lavorò in un centro di ricerca nucleare nei Paesi Bassi. La certificazione era necessaria secondo la legge americana per consentire l'aiuto degli Stati Uniti ai ribelli anticomunisti attraverso il Pakistan (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr