Quirinale, perché Berlusconi in realtà ha già vinto

Nicola Porro INTERNO

È anche una vittoria politica senza troppi se e senza troppi ma.

Forse per chi vuole Draghi al Quirinale e per certa sinistra sarebbe troppo alto da pagare

La destra ha i numeri per opporsi a questo giochino truccato; c’è da augurarsi solo che rimanga unita e compatta fino all’ultimo.

Il contrario non vale, tanto che ogni candidato di destra viene e verrà sempre rifiutato, a priori.

I numeri sulla carta, questa volta, non c’erano: ne mancavano veramente tanti e lo schieramento avversario era praticamente impermeabile. (Nicola Porro)

Ne parlano anche altre fonti

Forza Italia ora farà una proposta condivisa con tutta la coalizione indicando un nome che sia all'altezza della situazione, avrebbe assicurato l'ex premier. ''Dopo innumerevoli incontri con parlamentari e delegati regionali, anche e soprattutto appartenenti a schieramenti diversi della coalizione di centro-destra - dice il Cav - ho verificato l’esistenza di numeri sufficienti per l’elezione. (Adnkronos)

Roba che accade a Cuba, che accadeva presso un segmento. della popolazione nel Sud Africa antecedente alla liberazione di Nelson Mandela”. I Parlamentari diano ascolto al grido. d’allarme del Popolo della Famiglia e di Amnesty International e scelgano un Presidente. (Sardegna Reporter)

Ma lo scontro non si limita al destino di Draghi, ma coinvolge anche il tema della durata dell’esecutivo. Al suo posto c’è la fedelissima senatrice Licia Ronzulli, con accanto – rimasto in silenzio – il coordinatore nazionale Antonio Tajani, collegati insieme dal pc dello stesso presidente di Forza Italia. (Il Fatto Quotidiano)

Alle 16.30 si è collegato in videoconferenza con i ministri e i sottosegretari di Forza Italia. E affida alla senatrice Licia Ronzulli, presente al vertice insieme con Antonio Tajani, il compito di far conoscere agli alleati la posizione di Forza Italia. (il Giornale)

La rinuncia a candidarsi come presidente della repubblica italiana Silvio Berlusconi l'ha dichiarata in un comunicato letto in teleconferenza dalla fedelissina Ronzulli. Lo ha scritto su Twitter il segretario del Pd Enrico Letta che a modo suo commenta il pomeriggio di un sabato "politico" italiano (Euronews Italiano)

Secondo il segretario del Pd "ora, col ritiro di Berlusconi e lo scontro deflagrato all'interno del centrodestra, tutto è chiaro Il centrodestra "non è maggioranza e non ha quindi diritto di prelazione sul Quirinale, lo abbiamo detto fin dall'inizio", afferma invece Enrico Letta. (Il Giornale d'Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr