Borse asiatiche ai minimi da un mese, aumenta il prezzo del petrolio

IL GIORNO ECONOMIA

Il Nikkei perde lo 0,44%, Hong Kong e’ intorno alla parita’ a -0,01% mentre Shanghai cede lo 0,05% e Seul lo 0,23%.

Le Borse asiatiche proseguono in territorio negativo e scivolano ai minimi da un mese sulla scia del rosso di Wall Street e dei timori per l’aumento dei rendimenti del Treasury, che ha nuovamente innervosito i mercati.

Ieri il capo della Fed, Jerome Powell, ha deluso gli investitori manifestando scarsa preoccupazione sul fronte dell’inflazione. (IL GIORNO)

La notizia riportata su altri media

“A breve termine l’argento è il tuo miglior trade: c’è carenza in tutto il mondo, le raffinerie hanno scorte scarse e mettere le mani sul prodotto fisico è ancora difficile. “L’inflazione è già qui ed il miglior trade a breve termine è l’argento”: questo è quanto afferma Jon Deane, ex amministratore delegato di JP Morgan e ora CEO di Trovio. (Commodities Trading)

Il principe ereditario Saudita ha invitato comunque tutti i membri alla cautela, ovvero a mantenere una visione sui prezzi futuri del petrolio “ancora flessibile”. Questi contratti non hanno scadenza a differenza dei tradizionali CFD sui futures del petrolio con scadenza, che permangono nell’offerta di ActivTrades. (Dove Investire)

La prossima riunione Opec+ è prevista per il 1 aprile per discutere i livelli di produzione per maggio. Nuovo sprint del petrolio che trova sponda anche nelle no farm payrolls Usa migliori delle attese (+379 mila a febbraio, consensus era +182mila) che vanno ad aggiungersi all’effetto OPec+. (Finanzaonline.com)

In un comunicato diffuso dopo i colloqui si legge che le uniche eccezioni sono, che "potranno aumentare la produzione rispettivamente di 130 e 20mila barili al giorno" (Teleborsa)

L'uno, Achille Lauro; l'altro, Fiorello, per un 'quadro' molto particolare sul palco dell'Ariston nela quarta serata del Festival di Sanremo Lauro e Fiorello, show tra piume e spine all'Ariston L'uno in total white, con piume di struzzo; l'altro in total black. (Yahoo Finanza)

E ora tutti temono che un ulteriore balzo delle quotazioni possa essere benzina sotto il fuoco dell'inflazione. Il primo riguarda la caduta "morbida" verso una ripresa della produzione senza provocare un brusco calo dei prezzi. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr