Si rifiutano di giocare con il bikini «sessista»: multate le ragazze della nazionale norvegese di pallamano

Si rifiutano di giocare con il bikini «sessista»: multate le ragazze della nazionale norvegese di pallamano
Corriere della Sera SPORT

Pieno supporto alla squadra è giunto dalla Federazione di pallamano norvegese, che ha commentato su Twitter: «Siamo molto orgogliosi di queste ragazze che hanno alzato la voce e hanno detto che quando è troppo è troppo!

Multate per aver indossato pantaloncini al posto del bikini.

Insieme continueremo a lottare per cambiare le regole dell’abbigliamento in modo che le giocatrici possano giocare con i vestiti che preferiscono!»

Risultato: una sanzione da 1.500 euro – 150 a giocatrice – inflitta lunedì dalla Federazione europea di pallamano (Ehf) per «abbigliamento improprio». (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri media

La decisione della squadra norvegese di non indossare la divisa-bikini ha mandato su tutte le furie gli organizzatori e i membri della giuria. Le ragazze della squadra, infatti, sono state multate dopo aver rifiutato di indossare una divisa-bikini. (Bigodino.it)

Il motivo di questa sanzione è piuttosto singolare: piuttosto che il bikini, le giocatrici norvegesi hanno indossato dei pantaloncini corti. Nelle gare nazionali in Norvegia, le giocatrici possono indossare i calzoncini al posto del bikini (Undici)

L’indumento sportivo imposto è stato definito “imbarazzante” dallo stesso presidente della federazione norvegese dello sport. Per questo tutti ci auguriamo che, vista anche l’attenzione che la squadra norvegese di handball è riuscita ad ottenere, anche per loro le regole cambino presto (Luce)

Pallamano, le atlete norvegesi rifiutano di indossare il bikini sessista: multa da 1.500 euro

Un modello definito "imbarazzante" dallo stesso presidente della federazione norvegese dello sport. IL SUMMIT W20: «Un piano per mettere le donne al centro della ripresa. (Il Gazzettino)

È successo alle giocatrici della nazionale norvegese di pallamano sulla sabbia in occasione della partita degli Europei a Varna in Bulgaria. Al momento dell’ingresso in campo, le due squadre si sono presentate vestite in modo diverso: bikini minimal per le spagnole, due pezzi (top e pantaloncini) per il team norvegese. (Il Fatto Quotidiano)

Il modello approvato, infatti, è stato definito "imbarazzante" e sessista perché una divisa così succinta è riservata solamente alle donne. Una decisione, quella della nazionale femminile, che è costata alla nazionale una multa da 1.500 euro per "abbigliamento improprio", secondo una dichiarazione della Commissione disciplinare dell'Associazione europea di pallamano. (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr