Due tunisini stuprano a Roma mamma e figlio. Meloni: "Violenza ripugnante, buttate la chiave"

Secolo d'Italia INTERNO

I due aggressori si fanno consegnare altri 300 euro, poi puntano il coltello verso la donna e violentano anche lei.

I due tunisini rintracciati dopo una caccia all’uomo per le strade di Roma. I poliziotti del commissariato Viminale hanno geolocalizzato il cellulare rubato in via dell’Amba Aradam e rintracciato i due uomini, due tunisini di 18 e 17 anni, residenti a Roma

Mamma e figlio sarebbero stati derubati e violentati da due tunisini. (Secolo d'Italia)

La notizia riportata su altre testate

La polizia sta indagando su una notte di movida sfrenata culminata in una serie di violenze sfrontate: madre e adolescente derubati e violentati. Gli agenti dei commissariati Viminale e Sant’Ippolito hanno fermato due giovani di origini tunisine, entrambi indagati per rapina aggravata e violenza sessuale. (La Cronaca di Roma)

Negheranno le violenze ma nella minicar oltre al denaro sarà ritrovato anche quel coltello nero. La Procura dei minori ieri ha chiesto la convalida dell’arresto: i due tunisini sono accusati di sequestro di persona ai danni di un minorenne, rapina aggravata, violenza sessuale su minore, violenza sessuale e lesioni a pubblico ufficiale (ilmessaggero.it)

Un ragazzino rapinato e abusato in strada a Roma e l'ombra di un'ulteriore violenza, ai danni della madre. Fondamentale per rintracciarli è stata la geolocalizzazione dopo che i genitori del 17enne hanno fornito il modello di cellulare del figlio e il numero. (Tiscali Notizie)

Gli ho dato 250 euro in contanti, cercavano un Rolex, ma ce l’aveva mio marito che era a Milano. Le parole della donna stuprata in casa dai due tunisini, che in precedenza avevano fatto altrettanto con il figlio diciassettenne, sono da film dell’orrore, da Arancia Meccanica. (Secolo d'Italia)

Con il termine “violenza di genere” si vogliono indicare tutte quelle forme di violenza che riguardano un vasto numero di persone discriminate in base al sesso. Quindi: individua la violenza di genere ma anche quella assistita, ovvero quella subita dai minori che, appunto, assistono alle violenze, e ne riconosce la tutela. (Sardegna Reporter)

La cronaca dell’orrore. I due tunisini, dopo la seconda violenza sono scappati (Voce di Napoli)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr