Milano, Pd: no a aumento biglietto Atm imposto da Regione Lombardia

Milano, Pd: no a aumento biglietto Atm imposto da Regione Lombardia
Agenzia askanews INTERNO

Milano, 4 ago. (askanews) – “In un periodo come quello che stiamo vivendo pensare di aumentare il biglietto dei mezzi pubblici è una decisione sbagliata, ingiusta e assurda”. Lo hanno scritto in una nota congiunta Alessandro Giungi, Natascia Tosoni, Daniele Nahum e Simonetta D’Amico, consiglieri comunali del Pd a Milano, in relazione al rincaro del …

(Agenzia askanews)

Ne parlano anche altre fonti

Una vera vergogna targata destra", afferma Roggiani.La Regione Lombardia "non guarda in faccia nessuno e scarica la sua incapacità e la ristrettezza nelle politiche su chi fa fatica e sui pendolari. Il Comune, in quanto ente regolatore, può dunque proporre in autonomia di evitare aumenti dei biglietti facendovi fronte con il proprio bilancio". (Tiscali Notizie)

Nessuna anticipazione invece sul possibile impatto sui biglietti Stibm, gli integrati della città metropolitana che comprendono anche le zone di Legnano e Saronno Fino ad oggi gli aumenti venivano applicati in modo automatico, su tutte le tipologie di “titoli di viaggio”, vale a dire biglietti, carnet e abbonamenti. (varesenews.it)

La voce si rincorreva già da qualche tempo, ma con l’assemblea tenutasi mercoledì dei soci dell’agenzia del trasporto pubblico locale del bacino della città metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia, è arrivata la conferma: il costo del biglietto Atm per salire sui mezzi pubblici di Milano sarà aumentato, così come prevede la normativa regionale, adeguandosi al tasso di inflazione annuale. (Milano Weekend)

Milano, “Atm e Trenord verso aumento del prezzo dei biglietti”

In effetti oltre al prezzo del trasporto pubblico cittadino, aumenterà anche quello dei treni gestiti da TreNord: del 3,82 per cento per i singoli biglietti e dell'1,91 per cento per gli abbonamenti. Tutto questo mentre la politica, da destra e da sinistra, continua a dire di voler incentivare il trasporto pubblico. (Fanpage.it)

Se avessimo potuto scegliere sin dall’inizio, non avremmo di certo deciso ora l’adeguamento tariffario all’Istat, in un momento economicamente difficile per i cittadini” In sostanza, l’aumento deve scattare obbligatoriamente per rispettare la normativa regionale che impone alle società dei trasporti – compresa Atm – di adeguare i prezzi all’inflazione. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr