Slot aeroporti: Wizz Air dice no alla protezione

Slot aeroporti: Wizz Air dice no alla protezione
AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency ECONOMIA

Accedi se sei abbonato o fai click qui per richiedere il servizio. Secondo i vertici del vettore aereo low-cost Wizz Air le regole europee sugli slot aeroportuali non dovrebbero essere modificate.

Vuoi accedere a questo ed altri contenuti riservati?

Il riferimento è alla richiesta avanzata da alcune aviolinee che hanno chiesto a Bruxelles di sospendere per tutta la durata della pandemia la regola dello "use it or lose it": ovvero che le società debbano utilizzare gli slot affittati al 50% della loro capacità, pena la

(AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency)

La notizia riportata su altri giornali

(Teleborsa) - Tutti contro tutti in materia di osservanza delle norme europee sull’utilizzo degli slot negli aeroporti., ribassando la percentuale obbligatoria, viene mal digerito dalle low cost.ha espresso la sua contrarierà alla richiesta, sostenendo che chi non è in grado di utilizzare gli slot debba cederli. (Teleborsa)

In tempi di Covid e di scarsa domanda di spostamenti aerei, i vettori del vecchio continente sono costretti ad operare un crescente numero di voli semi vuoti o vuoti, perché costrette dalle regole europee sugli slot. (Webitmag - web in travel magazine)

Alla base della norma sull’utilizzo degli slot sta la norma “use it or lose it” (o lo usi o lo perdi). È proprio il caso di dirlo: tra due delle più grosse compagnie aeree europee, Ryanair e Lufthansa, volano gli stracci. (EuropaToday)

Aerei: Ryanair risolve il problema dei “Voli Fantasma” di Lufthansa

In caso contrario, le compagnie rischiano di perdere le finestre assegnate loro (o slot) Le compagnie aeree sono costrette a effettuarli, anche con pochissimi passeggeri a bordo, pur di conservare le finestre di decollo dagli aeroporti e di atterraggio. (Roccarainola.net)

Jozsef Varadi, ceo di Wizz Air, ha espresso la sua contrarierà alla richiesta, sostenendo che chi non è in grado di utilizzare gli slot debba cederli. Le regole dettate dall’Unione Europea prevedono che le compagnie aeree debbano utilizzare almeno l’80% dei loro slot per poterli conservare nell’anno successivo (Finanza Repubblica)

Se Lufthansa non vuole operare “voli fantasma” per proteggere i suoi slot, allora è sufficiente vendere questi posti a tariffe basse e contribuire ad accelerare la ripresa dei viaggi aerei a corto e lungo raggio da e verso l’Europa. (Ferrovie.info)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr