Omar Pedrini ricoverato per aneurisma aortico

Omar Pedrini ricoverato per aneurisma aortico
Today.it CULTURA E SPETTACOLO

L’agenzia che cura il tour dell'artista bresciano sta già contattando gli organizzatori delle serate imminenti per trovare soluzioni

Sono già stato trasferito in cardiochirurgia a Bologna dove affronterò un operazione di chirurgia vascolare.

Uno stop dovuto alla malattia congenita al cuore da cui l'ex leader dei Timoria è affetto da anni.

In gergo tecnico ho un (fottuto) aneurisma aortico".

Comincia così il lungo post con cui Omar Pedrini, cantautore e chitarrista, annuncia ai fan una pausa forzata dagli impegni professionali. (Today.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

I problemi cardiaci di Omar Pedrini, purtroppo, non sono una novità. Visualizza questo post su Instagram Un post condiviso da Omar Pedrini (@omarpedriniofficial). A sostenerlo durante la convalescenza ci sarà la moglie, l’avvocatessa padovana Veronica Scalia dalla quale ha avuto due figli (Yeslife)

Una rassicurazione per tutti i suoi follower, quella di Pedrini: la tempestività dell’intervento rende tutto diverso e “più semplice”. Visualizza questo post su Instagram Un post condiviso da Omar Pedrini (@omarpedriniofficial) (Il Fatto Quotidiano)

Il rocker bresciano Omar Pedrini è ricoverato in ospedale. E' già stato trasferito nel reparto di Cardiochirurgia del nosocomio di Bologna dove sarà sottoposto a un'operazione di chirurgia vascolare. (BresciaToday)

Pedrini ricoverato a Bologna: «Devo operarmi di nuovo»

Omar Pedrini, lo storico leader dei Timoria, ricoverato in cardiochirurgia a Bologna per affrontare un'operazione di chirurgia vascolare: "In gergo tecnico: ho un fottuto aneurisma aortico", fa sapere il rocker bresciano. (Music Fanpage)

«Dobbiamo essere pronti per volare senza vento - conclude Pedrini, che può farsi coraggio anche con la sua amica musica -. Omar Pedrini deve sottoporsi a un altro intervento per i problemi cardiaci che lo tormentano da tempo. (Brescia Oggi)

Sono già stato trasferito in cardiochirurgia a Bologna dove affronterò un’operazione di chirurgia vascolare. Ci siamo salutati alla fine del 2019 col vento in poppa, ora dobbiamo essere pronti per volare senza vento. (Brescia Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr