Camogli, le bare franate in mare ripescate nel celebre porticciolo

Camogli, le bare franate in mare ripescate nel celebre porticciolo
La Repubblica INTERNO

Che la falesia fosse soggetta a fenomeni di instabilità era per altro un fatto noto.

L’area dei lavori, guardando dal mare la costa, interessava una porzione di terreno leggermente spostata sulla destra rispetto a dove si è verificata la rovinosa frana

Nel cimitero c'è stato il sopralluogo degli amministratori, il sindaco Francesco Olivari e l'assessore regionale alla protezione civile Giacomo Giampedrone hanno ispezionato i luoghi con i vigili del fuoco. (La Repubblica)

Su altri giornali

La valutazione del rischio effettuata dai professori Nicola Casagli – Università di Firenze e Direttore dell’Istituto Nazionale Oceanografia e Geofisica Sperimentale, Luca Ferraris – Fondazione Cima – e Francesco Faccini – Università di Genova, ha evidenziato che non ci sono fratture di rilievo che possano far prevedere altre evoluzioni future. (Levante News)

Il servizio è gratuito Per accedere ai servizi è possibile contattare gli uffici dal lunedì al venerdì ore 9-12 telefonando allo 0185 729081. (Levante News)

Per liberarlo è stato necessario l’intervento dei Vigili de Fuoco, che hanno tagliato la lamiera, dopo aver sedato l’animale con l’aiuto di un veterinario Il cane stava probabilmente inseguendo una piccola preda. (LaPresse)

Crollo cimitero di Camogli, Toti firma la richiesta di “stato di mobilitazione”

I sommozzatori dei Vigili del Fuoco continuano a recuperare i feretri, trascinati in alcuni casi fino al porticciolo. Un video choc quello che circola in queste ore sul crollo del cimitero di Camogli, costruito sulla falesia che si getta a strapiombo sul mare della Liguria. (Sky Tg24 )

Lo ha comunicato, in comune a Camogli, l’assessore regionale alle infrastrutture Giacomo Giampedrone che ha partecipato con i tecnici del dipartimento di protezione civile all’incontro. Oltre al rilievo su tutta l’area è stato anche effettuato un sopralluogo via mare con rilievo fotografico. (Primocanale)

Per questo, viene richiesto l’impiego di “strutture operative nazionali specializzate e dotate delle professionalità, competenze e attrezzature non disponibili presso le risorse locali, territoriali e regionali già dispiegate”. (Genova24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr