Violenza sulle donne. Se a mancare sono la prevenzione e l'educazione sentimentale

Violenza sulle donne. Se a mancare sono la prevenzione e l'educazione sentimentale
InfermieristicaMente INTERNO

Se a mancare sono la prevenzione e l'educazione sentimentale. Sulla violenza di genere è stato scritto tutto e il contrario di tutto.

Eppure le donne continuano a subire violenza dagli uomini.

Qualcuno ha detto che di “violenza di genere” se ne può parlare solo con ragazzi dai quindici anni in su.

Si, perché come dicevo, una società civile non può limitarsi ad essere solo punitiva, ma deve sempre mirare al recupero dei suoi figli

Non importa l’anno, tanto ogni anno è uguale al precedente: 150 donne, in media, vengono uccise ogni anno in Italia (InfermieristicaMente)

Su altri media

leggi anche Le frasi più profonde per riflettere sulla violenza contro le donne. Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: la storia delle sorelle Mirabal. Si chiamavano Patria, Minerva e Maria Teresa e vivevano nella Repubblica Dominicana degli anni sessanta Una data significativa questa del 25 novembre, visto l’ancora troppo alto numero di soprusi che vedono vittime ogni giorno il gentil sesso in tutto il mondo. (Money.it)

Violenza contro le donne: il progetto "Questo non è amore" 2021. La Polizia di Stato presenta la campagna di prevenzione permanente "Questo non è amore", i cui contenuti sono racchiusi in un opuscolo informativo elaborato dalla Direzione centrale anticrimine (Poliziamoderna.it)

Solo tenendo accesi i riflettori sarà possibile intervenire sul substrato valoriale e culturale che genera la violenza contro le donne e su quella mentalità sedimentata e connivente che – tollerando relazioni fondate sulla diseguaglianza, su abusi e violazioni – la relega la violenza “tra le mura di casa” a “comportamenti privati e personali” dai quali distogliere lo sguardo. (Abruzzonews)

Violenza donne: il 27 novembre il corteo nazionale a Roma

All’opinione pubblica fu subito chiaro che le tre donne erano state assassinate. Il 25 novembre di quell'anno, infatti, tre sorelle furono uccise dagli agenti del dittatore Rafael Leonidas Trujillo, a Santo Domingo, nella Repubblica Dominicana. (Termoli Online)

Il CNDDU, considerata la presenza nella scuola pubblica di studenti affetti da patologie rarissime, chiede al Ministero dell’Istruzione che vengano attivate al più presto azioni a supporto del personale educativo e di sostegno. (Sardegna Reporter)

Lo annuncia “Non una di meno” spiegando che la manifestazione partirà alle 14 da piazza della Repubblica per concludersi in piazza San Giovanni. Ci saranno performance per segnalare l’intreccio tra le migrazioni e le frontiere dello sfruttamento lavorativo, oltre alle numerose vertenze in piazza, tra cui quelle delle lavoratrici della Rgis e GKN”. (Radio Colonna)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr