Covid Abruzzo: anche 30enni in terapia intensiva, le province "rosse" non migliorano

Covid Abruzzo: anche 30enni in terapia intensiva, le province rosse non migliorano
Rete8 INTERNO

Parole che lasciano poco spazio all’interpretazione quelle del referente per le emergenze della Regione Abruzzo, Alberto Albani, a capo della task force sul coronavirus.

Si valuta, tra l’altro, di istituire la zona rossa in alcuni comuni interessati da focolai.

La variante inglese, infatti, sta circolando rapidamente tra le province di Pescara e Chieti e, in particolare, nell’area metropolitana.

Le visite nelle case private restano limitate a 2 adulti, ma arriva il divieto di andarci se in zona rossa

Le due province, proprio a causa dei numeri in rapida crescita, sono in zona rossa dallo scorso 14 febbraio. (Rete8)

La notizia riportata su altre testate

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 12972 (+48 rispetto a ieri). L'ALA - Sono complessivamente 51442 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. (Il Messaggero)

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 36842 dimessi/guariti (+293 rispetto a ieri). Sono complessivamente 51442 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. (Onda Tv)

E' stato raggiunto, infatti, il record assoluto di ricoveri in terapia intensiva, ben 78: quello precedente, 77, si era registrato il 28 novembre. Sono complessivamente 51764 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. (Il Messaggero)

Covid oggi Abruzzo: nuovi casi e aggiornamenti 22 febbraio [GRAFICI]

Tutto questo è frutto della circolazione diffusa della variante inglese, che si sta dimostrando più aggressiva“. Lo afferma il referente per le emergenze della Regione Abruzzo, Alberto Albani, a capo della task force sul coronavirus, a proposito dell’attuale situazione. (ekuonews.it)

Tutto questo è frutto della circolazione diffusa della variante inglese, che si sta dimostrando più aggressiva”. Continuano ad aumentare i ricoveri e si registrano altri otto decessi decessi (AbruzzoLive)

La provenienza di tutti i casi positivi in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza: Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 712563 tamponi molecolari (+2573 rispetto a ieri) e 221030 test antigenici (+12195 rispetto a ieri). (PescaraPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr