Volano i tassi dei mutui: impennata tasso base Eurirs al 3%

Money.it ECONOMIA

Come possiamo constatare, ormai ad oggi le offerte delle banche, a tasso fisso, superano ampiamente il 2%.

Difatti, ma solo per ora, l’aumento per i mutui variabili è molto più modesto.

I mutui a tasso fisso diventano sempre più costosi.

Dunque, almeno per ora le erogazioni del 100% a tasso fisso restano sostanzialmente bloccate

Le soglie applicate tra luglio e settembre 2022 saranno pari al: 6,4875% per i mutui ipotecari a tasso fisso (Tegm, 1,99%) e 6,8375 % per i mutui a tasso variabile (Tegm, 2,27%). (Money.it)

Ne parlano anche altre testate

Nel caso si decida una rinegoziazione, si può passare per esempio da un tasso variabile a un tasso fisso, o a un tasso variabile con ‘cap’, ossia strutturato come un tasso variabile, ma che non permette l’applicazione di un tasso superiore al tetto massimo fissato. (Il Friuli)

Ciò avrà conseguenze sui finanziamenti e sui mutui: in particolare, quanto ci costerà in più la rata del mutuo a partire da luglio? Il Centro Ricerca e Studi di “Alma Laboris Business School”, ha provato a dare una risposta, individuando i migliori tassi sui mutui presenti sul mercato a luglio 2022. (idealista.it/news)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr