Si estende la raccolta differenziata in città, nei prossimi giorni la consegna dei kit alle famiglie

Si estende la raccolta differenziata in città, nei prossimi giorni la consegna dei kit alle famiglie
Primonumero INTERNO

147/2013 e dal Regolamento Tari del Comune di Campobasso

Quindi i cittadini che non sono in regola con l’iscrizione ai fini della Tassa Rifiuti, sono invitati a regolarizzare la propria posizione presentando la dichiarazione Tari prescritta dalla Legge n.

Cosma e Damiano, piazza S. Francesco, via IV novembre (civici 6 e 14).

Il piano prevede nei prossimi mesi la graduale consegna dei kit per la raccolta differenziata ai soli contribuenti iscritti ai fini della Tassa rifiuti (Tari), possessori/detentori di immobili che ricadono nelle aree oggetto di estensione. (Primonumero)

La notizia riportata su altri giornali

Eventuali ulteriori informazioni potranno essere richieste all’Ufficio Tributi tramite mail all’indirizzo [email protected] Si invitano, pertanto, i cittadini che non sono in regola con l’iscrizione ai fini della Tassa Rifiuti, a regolarizzare la propria posizione presentando la dichiarazione TARI prescritta dalla Legge n. (Il Quotidiano del Molse)

Roma non ha gli impianti dove gestire i suoi rifiuti e ogni giorno spediamo circa 163 Tir verso 55 impianti in 8 regioni d’Italia. Per il trattamento dei rifiuti differenziati, il piano prevede impianti per trattare l’umido, le plastiche e il vetro e i rifiuti ingombranti. (Corriere Roma)

La Regione Lazio, quindi, autorizzi gli accordi interregionali necessari a garantire la raccolta dei rifiuti nella città di Roma". A stretto giro, dopo un'ora dalla pubblicazione del nostro articolo, arriva la replica dell'assessore ai rifiuti della Regione Lazio, Massimiliano Valeriani. (RomaToday)

VIDEO | Boccadifalco tra discariche di ingombranti e paura per il canale istruito

O meglio, "sono aumentati notevolmente i volumi di rifiuti, ma essendo oggetti leggerissimi il peso della raccolta è rimasto sostanzialmente uguale" aggiunge De Angelis. Soldi che sono stanziati dallo Stato, e non dal Comune, destinati agli operatori che hanno svolto la raccolta. (il Resto del Carlino)

Ciò che questa volta preoccupa maggiormente è che la resa arriva direttamente da Ama che ha già messo le mani avanti dichiarando che non riuscirà a garantire la raccolta per il mese di giugno, soprattutto negli esercizi commerciali. (RomaToday)

Servono telecamere di videosorveglianza e maggiori controlli. | Boccadifalco tra discariche di ingombranti e paura per il canale ostruito. Antonio Abbonato, presidente dell'associazione "Basta poco per renderli felici", ci accompagna in un tour dal sapore amaro nel quartiere ai piedi di Monte Cuccio. (PalermoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr