Mercato auto, continua la ripresa: ecco i 10 modelli più venduti a novembre

la Repubblica ECONOMIA

Cielo sereno sul mercato delle auto nuove. Il mese di novembre prosegue il trend di crescita con 119.853 unità immatricolate, segnando un confortante 14,7% in più rispetto alle 104.519 immatricolazioni di novembre 2021. Quella che segue è la top ten dei modelli più venduti, e se provate a confrontarla con quella di ottobre vedrete parecchi cambiamenti di posizione, compresa qualche new entry interessante. (la Repubblica)

Ne parlano anche altri giornali

Quota mercato al 30,9%. Vendite 11 mesi -17% a 428.599 unità (Agenzia askanews)

L’analisi del mercato del mese sotto il profilo degli utilizzatori, evidenzia una tenuta dei privati, che cedono comunque quasi 8 punti, al 56,2% di quota in novembre (58,8% nel cumulato). Continua la ripresa del mercato automobilistico, che a novembre - secondo i dati dell'Unrae (l'associazione dei costruttori esteri) - ha fatto registrare un +14,7% con 119.853 auto immatricolate contro le 104.519 dell'anno precedente. (l'Automobile - ACI)

Le cifre rispetto allo scorso anno quindi sono in deciso aumento, ma rimangono in calo rispetto al 2019. Secondo i dati emersi dal rapporto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti infatti, si sono registrate 119.853 nuove immatricolazioni (36.892 auto del gruppo Stellantis), circa il 14,7% in più dello stesso mese nel 2021. (Auto.it)

La domanda sottostante complessiva per le auto dell'azienda "continua a rimanere robusta, in particolare per la sua gamma Recharge di auto elettriche pure e ibride plug-in", si legge in una nota.Durante il, le vendite al dettaglio di Volvo Cars hanno raggiunto le 542.458 vetture, in calo del 14,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. (Teleborsa)

Stellantis. Si registra il segno più per quasi tutti i marchi: +66,25% per l’Alfa Romeo (1.586 targhe), +62,7% per la DS (615), +10% per la Jeep (4.599), +12,19% per la Lancia (3.598), +241,32% per la Maserati (413), +30,7% per la Peugeot (6.092). (Quattroruote)

Il problema dei corridoi di pesca. I parchi eolici determinano dei “corridoi” atti alla pesca in aree controllate e regolamentate da remoto. Il progetto: sistema radar e droni. Secondo il progetto, le zone di pesca possono essere controllate a distanza da un sistema radar a controllo remoto. (Sardegna Reporter)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr