Norvegia: media, almeno 4 morti in attacco Kongsberg, poliziotto colpito alla schiena

Norvegia: media, almeno 4 morti in attacco Kongsberg, poliziotto colpito alla schiena
LaPresse SCIENZA E TECNOLOGIA

(LaPresse) – Almeno quattro sarebbero morte e un agente di polizia sarebbe stato colpito alla schiena in seguito all’attacco con arco e frecce a Kongsbergcon, in Norvegia.

Milano, 13 ott.

Lo riporta il giornale locale norvegese Drammens Tidende

(LaPresse)

Se ne è parlato anche su altri media

La crisi energetica costringe le aziende a produrre a prezzi più elevati, ma con margini più bassi. Due crisi che si sommano. Il nostro mondo sta diventando sempre più tecnologico ed una strozzatura sul fronte dei chip ha conseguenze sistemiche fortissime (iLoveTrading)

Quello perdita iPhone 13 Il prezzo al dettaglio suggerito è di € 909 e, naturalmente iPhone 13 anche con abbonamento A disposizione I migliori iPhone del 2021:. iPhone 13 Pro Max. Quando ricevi la domanda “Qual è il miglior iPhone?” Prendilo alla lettera, non puoi fare a meno di iPhone 13 Pro Max cova. (QWERTYmag)

Adesso, anche Apple è costretta a fare i conti con i ritardi e questo potrebbe indure l’azienda fondata da Steve Jobs a rallentare la produzione degli iPhone 13. La crisi ha già impattato molte aziende, inclusa Apple e sicuramente continuerà a farlo (Ck12 Giornale)

La crisi dei processori colpisce anche Apple: ridotta la produzione di iPhone 13

Le attese sono per un trimestre da 120 miliardi di dollari di ricavi, in crescita del 7% sull’anno scorso. Il nuovo programma di riacquisto delle azioni non ha data di scadenza. (CorCom)

La notizia del taglio della produzione ha fatto scivolare il titolo Apple in Borsa. La crisi dei chip si abbatte sull’iPhone 13, produzione rallentata Secondo indiscrezioni, Apple non riuscirà a raggiungere l’obiettivo di produzione per il 2021: insufficienti i lotti di componenti forniti da Broadcom e Texas Instruments. (ictBusiness)

Prima di tutto perché i tempi di attesa per alcune varianti sono già consistenti, ma soprattutto perché Apple, grazie ai suoi ottimi rapporti con i fornitori, finora era riuscita a cavarsela. Si tratta di un taglio di circa il 10%, meno pesante di quanto devono affrontare i produttori rivali, ma fa notizia per due motivi. (MobileWorld)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr