Coronavirus: terapie intensive sparite e caos test. Cosa non funziona

Firenze Post SALUTE

Crolla sotto i colpi dei nuovi numeri a cinque zeri la strategia delle cosiddette tre T (tracciabilità, test e trattamento) in Italia annunciata e percorsa in questi mesi dai leader del sistema sanitario nazionale.

«In questi mesi – dice Arcuri – alle Regioni abbiamo inviato 3.059 ventilatori polmonari per le terapie intensive, 1.429 per le subintensive.

La situazione è questa: contagi al record storico e il Paese a corto di munizioni nella battaglia contro il Covid. (Firenze Post)

Su altri giornali

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 55 decessi, che portano il totale a 36.427 dall’inizio dell’emergenza sanitaria nel nostro paese. I pazienti ricoverati sono 638, con un incremento di 52 unità nelle ultime 24 ore. (Zazoom Blog)

Con i suoi 634 posti letto già allestiti, e quindi subito attivabili in caso di bisogno, e i rimanenti in fase di realizzazione, il traguardo da raggiungere è ormai vicinissimo: 641, definito dal dicastero sulla base del rapporto tra numero di cittadini e posti letto (14 posti ogni 100mila abitanti). (Gazzetta di Parma)

Per fare un confronto sensato basta guar… - SaCe86 : Terapie intensive 'sparite' e test Che cosa non sta funzionando - (Zazoom Blog)

Tenendo conto invece del tasso di saturazione delle terapie intensive, quella messa peggio è la Campania (15% contro il 9/10% del resto di Italia). Il problema principale, guardando indietro a quello che è successo nel mese di marzo, rimane sicuramente quello del sovraccarico delle terapie intensive. (QuiFinanza)

Ma di fronte all'aumento esponenziale delle terapie intensive vi è poco da commentare. Ma di fronte all'aumento esponenziale delle terapie intensive vi è poco da commentare. (Logos News)

In tutto gli attualmente positivi sono 21.625 nella regione. Rispetto a un giorno fa, salgono anche i ricoverati in altri reparti positivi al Covid19: sono 943, 109 in più. (La Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr