Argentina: dai quartieri poveri ai social la preghiera per il Papa

Vatican News INTERNO

Pertanto, ci siamo impegnati a recitare un'Ave Maria per lui, accendendo una candela nella nostra casa e - ha concluso - pregando la Vergine Maria”

La vicinanza e l'affetto delle comunità povere in Argentina hanno cercato di raggiungere il Papa attraverso i social media con video che mostrano preghiere individuali o di gruppo, condividendo l'hashtag #FranciscoRezamosPorVos.

#FranciscoRezamosPorVos è l'iniziativa dei "Curas Villeros" e della "Generazione Francisco", provenienti dall'Argentina, che invitano a recitare ogni giorno un'Ave Maria per la pronta guarigione di Papa Francesco (Vatican News)

Su altre testate

A nessuno sarebbe passato per la testa di sfruttare questi giorni per fare "pastorale sanitaria", per stare vicino agli altri ammalati, per rendersi conto dell'eccellenza della sanità in Italia e, come ha fatto domenica all'Angelus, richiamare le istituzioni a salvaguardarla" (La Repubblica)

All’Angelus di domenica 11, il suo primo dal decimo piano dell’Ospedale Gemelli, Bergoglio era apparso un po’ affaticato ma sorridente e in discreta forma. Ieri dal Vaticano avevano confermato il proseguo delle cure previste e della riabilitazione per consentire, al Santo Padre, di ritornare quanto prima in Vaticano. (Quotidiano del Sud)

LE Papa Francesco, i giorni del ricovero al Gemelli di Roma ROMA Papa Francesco come sta? APPROFONDIMENTI IL CASO Papa Francesco (senza usare la carrozzina) fa visita ai «suoi. (Il Gazzettino)

Lo dice Papa Francesco in un tweet dopo le dimissioni dal Policlinico Gemelli di Roma e il ritorno in Vaticano "Non dimentichiamoci di pregare per i malati", ha scritto in in test il Pontefice. “Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicini con la preghiera e l’affetto nei giorni di ricovero in ospedale. (Radio Colonna)

Papa Francesco è stato dimesso dal Policlinico Gemelli, dove era stato ricoverato lo scorso 4 luglio per un intervento chirurgico al colon, durato circa 3 ore.In seguito, il Pontefice era stato trasferito al decimo piano del Policlinico, nella "stanza dei Papi", che ospitò anche Karol Wojtila, dove ha trascorso una degenza di dieci giorni. (Sputnik Italia)

Un processo allo zolfo in Vaticano. Il papa dovrà anche vedersela per mesi, anche diversi anni, con fermenti processuali che non mancheranno di macchiare la Santa Sede di puzzo di scandalo. Martedì sera aveva pubblicato le foto del Papa che camminava in una sezione dell’ospedale designata per i bambini malati (BarSport.Net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr