"Dal Gruppo FS 12 miliardi d'investimenti in Piemonte. Ma nulla per la Granda!"

TargatoCn.it ECONOMIA

Di nuovo la Granda non viene minimamente considerata, seppure l’export delle nostre aziende sia in continua crescita e meriterebbe quindi ben altra considerazione.

È l’ennesima conferma che la Regione Piemonte non ritiene strategica la Provincia di Cuneo non solo quando si tratta di appostare risorse proprie, ma anche quando ai tavoli di programmazione con ministero e FS evidentemente non sostiene l’opportunità di investimenti sul nostro territorio

Nessuna traccia ad esempio del raddoppio della Fossano - Cuneo, programmata da molti anni ed ogni anno posticipata, nulla sulla Cuneo - Ventimiglia, zero sulla Cuneo - Mondovì, la Saluzzo - Cavallermaggiore - Bra e la Alba -Asti (TargatoCn.it)

Su altri media

Da anni i sindacati paventano il rischio di una sua chiusura perché le intenzioni di adeguarne l’attività ai moderni mezzi che solcano la rete ferrata sono stati più volte disattesi. La trasformazione delle OGR in un moderno hub tecnologico pone "vantaggi in termini di prestigio e soprattutto occupazione. (il Resto del Carlino)

Nel 2031, infatti, si prevede un aumento del 55% di fatturato sia per i servizi intermodali che per i convenzionali L’obiettivo, entro il 2031, è realizzare l’ampliamento di Alessandria smistamento e il potenziamento dei terminal di Novara Boschetto, Novi San Bovo, Torino Orbassano e Moncalieri. (OssolaNews.it)

Infine saranno valorizzati 2,6 milioni di metri quadri di patrimonio urbano nelle aree di Torino, Acqui Terme, Collegno e Limone Piemonte All’interno del Piano acquista un’importanza fondamentale il settore della logistica, a cui saranno destinati 19 milioni di euro. (Corriere della Sera)

Inoltre saranno attivate iniziative per il riuso temporaneo e progetti a servizio della mobilità dolce (Valdarnopost)

Entro 2031 Ferrovie dello Stato punta a ricavi per 22,5 miliardi di euro. Ferrovie dello Stato assume: ecco quando accadrà. Il piano di investimento messo a punto da Ferrovie dello Stato prevede prima di tutto lo sviluppo delle infrastrutture. (ContoCorrenteOnline.it)

Gli investimenti in Emilia-Romagna. Il Piano Industriale 2022 – 2031 del Gruppo FS Italiane riserva 7,7 miliardi all’Emilia Romagna, per l’avvio o il completamento di opere e servizi che contribuiranno a rafforzare il ruolo strategico della regione: sia per il trasporto dei passeggeri sia per il traffico delle merci. (SulPanaro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr