L'adesione dell'Ucraina nella NATO porterà alla guerra?

L'adesione dell'Ucraina nella NATO porterà alla guerra?
L'AntiDiplomatico ESTERI

Come denunciato da Peskov, un eventuale adesione dell’Ucraina alla NATO, provocherebbe solamente un’ulteriore peggioramento dei rapporti tra i due paesi ormai scesi a un livello bassissimo e segnerebbe un ulteriore passo verso una guerra potenzialmente catastrofica

Intanto sono proprio le forze della NATO ad alimentare maggiormente i venti di guerra.

Martedì scorso, il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha affermato che l'adesione alla NATO è l'unico modo per porre fine alla guerra in Donbass. (L'AntiDiplomatico)

La notizia riportata su altri giornali

Il comando europeo degli Stati Uniti ha alzato il livello di guardia sull’Ucraina da possibile crisi a potenziale crisi imminente, il livello più alto, secondo Stars and Stripes. Sforzi del tipo sopra descritto indicano una chiara intenzione di coinvolgere gli Stati Uniti e la NATO nel peggioramento del confronto dell’Ucraina non solo con il Donbass ma anche con la Russia. (Come Don Chisciotte)

Due giorni prima, i colpi di artiglierie pesanti esplosi dalle truppe ucraine contro la Repubblica popolare di Lugansk, avevano provocato la morte di un miliziano della LNR. Da tempo, LNR e DNR denunciano il concentramento di mezzi pesanti ucraini lungo la linea di demarcazione, in violazione degli accordi di Minsk: accordi che, d’altra parte, Kiev non ha mai rispettato, né nei punti specificamente militari, né in quelli politici. (L'AntiDiplomatico)

“Voglio che sia assolutamente chiaro: l'Ucraina non vuole la guerra nel Donbass. Non cerchiamo una escalation, siamo impegnati per una soluzione politica e diplomatica al conflitto. (PPN - Prima Pagina News)

«Kiev non rispetta gli accordi, difficile controllare le schermaglie nel Donbass»

PERCHÉ SI STA PARLANDO DEL DONBASS. Il conflitto tra Ucraina e Russia per il Donbass separatista, ricorda Repubblica, ha provocato in sette anni quasi 14 mila vittime e un milione e mezzo di sfollati. LA VERSIONE DI KIEV. (Policymakermag)

“Non vogliamo la guerra”, ha provato a rassicurare oggi il ministro degli Esteri, Dmytro Kuleba, in un’ intervista pubblicata, nelle ultime ore, dal quotidiano Liberation. +++ Ucraina e Russia a un passo dalla guerra. (Agenzia Stampa Italia)

Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. Infatti stanno scoppiando delle schermaglie che possono a malapena essere controllate», ha sottolineato Peskov aggiungendo che «probabilmente presto raggiungeremo un livello di interazione con l’Ucraina in cui non ci sarà più spazio per la reciprocità» e verrà interrotto «ogni rapporto». (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr