Giustizia, i paletti di Draghi: non si ridiscute tutto. Conte: sarò leale

Giustizia, i paletti di Draghi: non si ridiscute tutto. Conte: sarò leale
La Repubblica INTERNO

Giustizia, i paletti di Draghi: non si ridiscute tutto.

Conte: sarò leale di Tommaso Ciriaco. GIuseppe Conte, leader M5S (agf). Draghi ha chiarito che finché c'è lui al governo gli accordi con l'Ue si rispettano.

L'avvocato si è impegnato a cercare una mediazione con la Guardasigilli

(La Repubblica)

Su altri giornali

Conte oggi ha accennato di aver parlato con il presidente del consiglio di “eventuali interventi che possano migliorare il testo” È iniziata oggi la settimana di mobilitazioni dei metalmeccanici contro i licenziamenti nel giorno in cui un’altra fabbrica, la Timken di Brescia, ha deciso di licenziare 106 lavoratrici e lavoratori. (Radio Popolare)

Il nuovo presidente del M5s è stato costretto a tenere un atteggiamento morbido: «Incontro proficuo e cordiale». Marta Cartabia boccia ogni ipotesi di cambiare la riformaGiuseppe Conte rimette piede a Palazzo Chigi cinque mesi e sei giorni dopo esserne uscito, il 13 febbraio, passando la campanellin (La Verità)

Draghi ascolta il predecessore, ma non ritrova davanti a sé i toni e le critiche espresse nei giorni scorsi sulla prescrizione e sulla riforma del processo penale. Che nel linguaggio di Draghi si traduce così: qualche modifica si può apportare, ma senza stravolgere l’impianto e soprattutto rispettando i tempi (Corriere della Sera)

Conte, sostegno a Draghi: ma sulla giustizia ottiene solo correzioni tecniche `

Fonti vicine a Conte dicono che «il senso politico della sua posizione è stato chiaramente compreso» tanto che Draghi «non ha completamento chiuso la porta a piccole modifiche» È la parola chiave per capire il senso della giornata e il destino della riforma Cartabia sulla giustizia. (Il Riformista)

Così il senatore pentastellato Andrea Cioffi prima dell’incontro tra Giuseppe Conte e i membri del Movimento 5 Stelle. “In politica si usano i toni a seconda delle situazioni – spiega invece Alberto Airola, senatore 5 Stelle – La riforma ci è piovuta sul tavolo, Draghi ha ascoltato tutti tranne noi” (LaPresse)

Ma il premier Mario Draghi è disponibile solo a piccoli cambiamenti, oltre non è intenzionato ad andare. IL DISGELO. Comunque l'incontro tra Draghi e Conte rappresenta il primo passo di un disgelo tra i due (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr