Aston Martin, DB11 e Vantage le prime a diventare elettriche

Aston Martin, DB11 e Vantage le prime a diventare elettriche
Auto.it SCIENZA E TECNOLOGIA

Il marchio punta a realizzare 10 mila unità vendute all'anno e nel percorso di elettrificazione, oltre al suv ibrido plug-in DBX ci sono le sportivissime granturismo e berlinetta elettriche: Aston Martin DB11 e Vantage. Il percorso verso l'elettrificazione che affronterà Aston Martin non è certo una novità.

Aston Martin Valhalla. Dai piani Lagonda alla DB11 elettrica. Formalmente c'è già stato un progetto a batterie, quella Rapid-E voluta dal precedente management e che avrebbe dovuto trasformarsi in piccola serie. (Auto.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Nel frattempo, ecco la Valhalla. Aston Martin ha recentemente presentato la nuova Valhalla, un'ibrida che abbina un motore elettrico ad un V8 biturbo da 4.0 litri di derivazione Mercedes-AMG montato al posteriore Solo il 5% della gamma avrà solo il motore a combustione. (Motor1 Italia)

Il film era originariamente previsto per l’uscita nell’aprile 2020 ed è stato posticipato non prima dell’ottobre 2021. Aston Martin ha fornito i primi esempi della sua prossima supercar Valhalla da utilizzare sul set Non c’è tempo per morire, il prossimo capitolo della storia di Bond. (SanSeveroTV)

“La Emira è un punto di svolta per Lotus. Grazie alla tecnologia elettrificata, l’auto può marciare a zero emissioni fino a una velocità di 130 km/h per un massimo di 15 km. (Il Fatto Quotidiano)

Aston Martin DB11 e Vantage, fine di un’era

Ferrari SF90 Stradale e Aston Martin Valhalla, due esponenti della specialità hypercar ibride plug-in, a motore posteriore centrale. Aston Martin Valhalla. Motore. Dall'altro lato c'è la Ferrari SF90 Stradale, massima espressione tecnologica dell'ibrido plug-in ad altissime prestazioni. (Auto.it)

Il sistema ibrido include anche una batteria da 150kW/400V che utilizza una coppia di E-motors; uno montato sull'assale anteriore e l'altro sull'assale posteriore. In determinate situazioni, il 100% della potenza della batteria può essere inviato all'asse posteriore (Automania)

Il costruttore britannico Aston Martin ha deciso che non rimpiazzerà il suo storico modello DB11 con una vettura endotermica. Sarà invece sostituito da un’auto elettrica al cento per cento, ufficializzando ancora di più la futura transizione verso le supercar a batteria. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr